Inizia la nuova stagione tennistica: ci saranno sorprese?

0

Manca davvero poco. La nuova stagione tennistica è ormai alle porte e sicuramente ci offrirà un grande spettacolo. Facciamo ora il punto della situazione che precede i primi tornei dell’anno.

hfdDopo aver assistito alle belle esibizioni di Federer in Argentina, anche se in certi momenti sembravano match veri e propri, il 31 dicembre inizierà il torneo di Doha, dove non ci sarà il rientro ufficiale di Rafa Nadal, dopo il problematico infortunio a Wimbledon 2012, che lo ha tenuto e lo tiene ancora lontano dai campi. Siamo tutti curiosi di vedere le condizioni del maiorchino quando rientrerà, anche perché se volesse scalzare Djokovic e Federer dai primi due posti, dovrà presentarsi al massimo della sua forma. Si è sentito parlare anche di un possibile ritiro, dall’impossibilità di ritornare come prima. La verità è che nessuno sa cosa frulla nella testa dello spagnolo, ma conoscendo la sua grande forza di volontà non pare possibile che si arrenda senza lottare. Nadal salterà anche gli Australian Open , anche perchè fare un torneo al meglio dei 5 set dopo mesi di inattività, sembra impensabile. A Doha invece ci saranno David Ferrer, Richard Gasquet e Philipp Kohlschreiber, che sono le 3 teste di serie del torneo.

Nella stessa settimana Andy Murray sarà impegnato a Queensland in Australia, insieme al giovane Milos Raonic. Roger Federer invece ha deciso che farà il debutto stagionale proprio nel primo Slam dell’anno, gli Australian Open. Decisione che potrebbe risultare un arma a doppio taglio, facendo arrivare sì il campione svizzero fresco, ma forse non ancora pronto per affrontare un torneo così importante senza nessuno di preparazione. Nel frattempo il numero uno del mondo Djokovic sta giocando al torneo d’esibizione Mubadala Tennis Championships, nel quale ha raggiunto la finale contro Almagro, battendo Ferrer.

Aspettando di verificare il ritorno di Nadal, sembra che solo Federer e forse Murray  potrebbero impensierire la prima posizione del ranking del serbo, anche se lo svizzero ha sfoltito il suo calendario per preservare la condizione fisica in quanto i 31 anni si fanno sentire, mentre lo scozzese deve dimostrare continuità dopo la precedente ottima stagione. Ovviamente sarebbe un errore sottovalutare i vari Del Potro, Tsonga, Berdych e Ferrer, i quali hanno tutti dimostrato di poter battere i Fab Four. La lotta sta per avere inizio!