PADENGHE – Agli anziani un immobile della mafia

1

Due anni fa un appartamento è stato sequestrato alla mafia e lo Stato ha assegnato i locali, situati in via Fratelli Beretta, al Comune che, a sua volta, ha deciso di concedere l’immobile all’associazione degli anziani affinché al suo interno venga predisposto un centro di aggregazione e di attività per la terza età. Allo studio c’è un progetto di natura sovracomunale, redatto nel contesto dell’Unione dei Comuni della Valtenesi, per attivare altre attività di informazione con il coinvolgimento dei ragazzi del luogo ma anche di altri paesi vicini, come Manerba, Moniga, Soiano e Polpenazze.

In modo particolare, l’appartamento è uno dei quindici immobili sottratti nell’area del lago di Garda alla criminalità organizzata. L’operazione che portò alla sua confisca risale al 2007 e venne portata a termine da parte della Guardia di finanza, che decise di chiamarla ‘Mafia sul lago’. La struttura si compone di tre camere, due servizi, taverna e garage doppio.

Così, se prima l’immobile era il fulcro di attività criminali, d’ora in avanti sarà punto di riferimento e di incontro per gli anziani, che nei locali potranno attivare iniziative e svolgere progetti innovativi per un settore sociale di grande importanza.

1 Commento

Comments are closed.