MAZZANO – Ruba soldi da una macchina cambia monete, arrestato un cinese

0

Nelle prime ore di ieri, martedì 18 dicembre a Mazzano, nell’ambito dei consueti servizi di controllo sul territorio per contrastare i reati predatori, i carabinieri della stazione locale hanno arrestato in flagranza di furto aggravato, R. H. 35enne cinese residente a Brescia, in regola con il permesso di soggiorno.

L’uomo veniva notato all’interno di un bar di via De Gasperi dal proprietario che, notando un filo che usciva dalla manica della giacca del cinese, avvertiva il 112. Nel tempo necessario ai militari di raggiungere il bar, l’uomo ha infilato il filo di rame all’interno della macchina cambia monete, mandandola in corto circuito, manomettendo così il congegno di blocco dei soldi, dopodiché ha prelevato tranquillamente dal cassettino i contanti, per poi uscire dal locale, dove ad aspettarlo c’erano i Carabinieri di Mazzano.

Nel corso della perquisizione il cinese è stato trovato mentre aveva un dispositivo artigianale elettrico consistente in un filo di rame collegato a quattro batterie e 438 euro in contanti, di cui 184 in monete da 1 e 2 euro. Constatata la corrispondenza tra l’ammanco della macchina cambia monete e i soldi recuperati, e verificata la funzionalità del dispositivo, per l’uomo sono scattate le manette.

La refurtiva è stata restituita al titolare del bar e l’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. L’arresto è stato convalidato e il cinese è stato condannato nel processo per direttissima a sei mesi di reclusione.