MILANO – Sla, un convegno per mettere le persone al centro di tutto

0

“L’unico modo che si ha per governare bene è mettere la persona al centro, in particolar modo quando si trova in un momento di fragilità come la malattia. Questo è ciò che la Regione ha cercato di fare in questi anni”.

Lo ha detto, secondo fonti di Lombardia News, il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni intervenendo, insieme all’assessore alla Sanità Mario Melazzini, al VI Convegno Nazionale Aisla onlus “La Sclerosi Laterale Amiotrofica: le sfide future”. Formigoni, nel ricordare che “l’impegno comune di istituzioni e privati è la strada del presente e del futuro”, ha sottolineato la sua volontà di “lavorare fino all’ultimo giorno con lo stesso impegno del primo, per consegnare a chi verrà dopo una Regione funzionante e con i bilanci a posto”.

“La Regione – ha aggiunto l’assessore Melazzini – è vicina ai malati di Sla da molto tempo”. Melazzini ha ricordato, in particolare, che da gennaio 2008 viene garantito un contributo mensile di 500 euro per l’assistenza a domicilio e il ricovero temporaneo di sollievo fino a 90 giorni all’anno. Dal 2009 è invece assicurato il ricovero nelle Residenze sanitario assistenziali per anziani (Rsa) e per persone disabili (Rsd), a tempo indeterminato e totalmente a carico del sistema sanitario, a tutte le persone affette da malattie dei motoneuroni.

“Inoltre – ha ricordato ancora Melazzini – la Regione Lombardia, grazie a uno stanziamento statale di oltre 15 milioni, ha approvato un programma che prevede contributi mensili aggiuntivi di 1.500 o 2.000 euro, a seconda della gravità del caso e delle necessità di cura, oltre ai 500 euro già garantiti dal 2008”. I fondi stanno cominciando a essere erogati proprio in questi giorni.

AdamelloNews.com » Attualità