ROVERETO (TN) – Dieci anni del Mart con eventi e un nuovo sito web

0

Il MART – Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Rovereto e Trento – ha festeggiato ieri, sabato 15 dicembre, i dieci anni dall’apertura della sede progettata dall’architetto Mario Botta con l’Ingegnere Giulio Andreolli e, con una giornata ricca di eventi, ha iniziato ad immaginare e a proiettarsi nei prossimi dieci. Tra le novità proposte in occasione del decennale del museo trentino, oltre all’ingresso gratuito agli spazi museali, un nuovo sito web, wi-fi libero in tutto il museo, ospiti a sorpresa, una prolusione di Emilio Isgrò, la mostra di Gianluca Vassallo “DentroInside”, una Focus su David Claerbout, laboratori per bambini, un’app per smartphone e un concerto della “Corale Città di Trento”.

Il filo rosso che ha legato tutti gli eventi proposti dal MART in questa giornata di celebrazioni è la valorizzazione del patrimonio. Il museo è ripartito da sé stesso, mostrando gli investimenti in atto in tutti i settori chiave: il patrimonio culturale, artistico e soprattutto umano, l’attività espositiva, la partecipazione del pubblico e della comunità locale. Un invito al confronto, in cui il MART ha fatto il primo passo aprendo le porte e mettendo a disposizione le proprie risorse e professionalità. Accanto alla grande mostra “La Magnifica Ossessione” (#magnificaossessione), che presenta in modo inedito 1.200 opere delle collezioni del museo, si sono visti i volti di chi lavora al museo grazie alla mostra fotografica di Gianluca Vassallo, e i commenti del pubblico scritti su post-it alle pareti del MART, rilanciati su Twitter con l’hashtag #dieciannidimart.

Tra gli altri importanti eventi della giornata di celebrazione, la presentazione da parte di Emilio Isgrò di un’installazione di grandi dimensioni basata sul manifesto del Futurismo, uno dei testi fondamentali per la ricerca e l’identità del museo. Una giornata in cui il MART ha invitato a prendere spunto dai percorsi espositivi non solo per guardare le opere in mostra, ma anche per capire e approfondire, approfittando di due visite guidate speciali a “La Magnifica Ossessione”, condotte da artisti, fotografi, storici, designer, sociologi, collezionisti, studiosi di cinema e architettura. Sul fronte digitale, il museo celebra il primo decennale con il lancio di un nuovo sito web, riprogettato da zero nella grafica e nelle funzionalità in modo da rendere più facile l’accesso al patrimonio e agli eventi del museo.

Il nuovo portale privilegia la prospettiva dell’utente e l’uso in mobilità delle molte risorse disponibili online, che includono un servizio wi-fi libero offerto dal museo, una nuova app per smartphone sviluppata da Telecom, Trento Rise e MART che riconosce le opere de “La Magnifica Ossessione” fornendo approfondimenti, centinaia di immagini diffuse sulle reti sociali del museo e concorsi fotografici web come “Il mio MART”, realizzato in collaborazione con il quotidiano “Trentino”. Il programma degli eventi di ieri ha incluso un laboratorio didattico continuo per famiglie con la creazione di biglietti d’auguri, un workshop condotto dall’artista Emilio Isgrò, un laboratorio didattico in lingua inglese per bambini basata sull’osservazione delle opere d’arte e sulla loro rielaborazione creativa, l’inaugurazione della mostra “DentroInside” di Gianluca Vassallo a cura di Veronica Caciolli e la conferenza “David Claerbout. Spaziare il tempo”, dedicata alla mostra in corso del video artista belga. La giornata si è conclusa con un concerto della “Corale Città di Trento”.