TOSCOLANO – Bocciate le 16 ville in località Oriolo

0

Il Tar s’era già pronunciato sulla questione, emettendo una sentenza che bloccava l’operazione in località Oriolo sulla base del no della Soprintendenza. Poi è stata chiesta la sospensione della sentenza al Consiglio di Stato, che la ha respinta.

Il progetto immobiliare della ‘Dolomites real estate srl’ di Bolzano prevede la realizzazione in località Oriolo, al culmine del promontorio che si affaccia sul golfo di Maderno, di un prestigioso residence, costituito da 16 villette con garage e piscina e splendida vista sull’isola del Garda. La Sesta Sezione di palazzo Spada, presieduta da Giorgio Giovannini, ha respinto l’istanza cautelare per la sospensione della sentenza del Tar di Brescia dello scorso 13 luglio, che ha bloccato l’operazione urbanistica dichiarando fondato, sia nel merito sia per questioni di legittimità, il parere negativo espresso nel 2011 dalla Soprintendenza ai beni architettonici, ambientali e paesaggistici. Sulla base di tale dissenso, dunque, la Comunità dell’Alto Garda e il Comune di Toscolano hanno rifiutato il rilascio delle necessarie licenze.

In modo particolare, il Consiglio di Stato ha fatto proprie le argomentazioni addotte dai giudici di primo grado, concludendo nel senso che “ad un primo sommario esame proprio della fase cautelare, l’impugnata sentenza prospetta argomentazioni che appaiono condivisibili”. ‘Dolomiter real estate srl’, che ora spera nel giudizio di merito, è stata condannata alla refusione delle spese processuali e di giustizia per un totale di 1.000 euro da rimborsare al Ministero.

Il sindaco di Toscolano Maderno, dal suo canto, ha osservato che il provvedimento del Consiglio di Stato si pone in perfetta linea col giro di vite al consumo del territorio imposto dal nuovo Pgt varato dalla sua amministrazione.