GARDONE RIVIERA – Riaperta l’isola ecologica

0

Dopo quasi tre anni di chiusura, riapre l’isola ecologica di Gardone Riviera, sita in località Traina. Per i gardonesi, dunque, non sarà più necessario recarsi al centro di raccolta di Cunettone, a Salò, per smaltire quei rifiuti che, per dimensioni o tipologia, non possono essere gettati nei cassonetti stradali.

L’isola ecologica gardonese, completamente adeguata alle normative vigenti, era stata chiusa, non senza polemiche, dall’amministrazione Cipani il 18 gennaio 2010, causa la sua non rispondenza alle prescrizioni di legge. Notevoli i disagi per i cittadini. Poi, con un investimento di circa 443mila euro, in parte coperto con un contributo provinciale di 38.750 euro, l’amministrazione comunale ha completamente aggiornato la struttura, dando attuazione al progetto predisposto da Garda Uno spa. Nel maggio 2011 è stata la ditta F.lli Eraculiani ad aggiudicarsi l’appalto e nei mesi scorsi il centro di raccolta di via Tolu è stato riconsegnato al Comune.

Ora, la struttura è di nuovo a disposizione dell’utenza e per avervi accesso è necessaria la tessera con microchip, ritirabile in Municipio rivolgendosi all’ufficio anagrafe, tessera che registra tipologie e quantità dei rifiuti conferiti. Il nuovo centro di raccolta prevede una zona coperta per il deposito dei rifiuti pericolosi e un’altra zona per quelli non pericolosi. I rifiuti possono essere conferiti sia dalle utenze domestiche che dalle imprese, sebbene per queste ultime viga qualche limitazione circa la tipologia del materiale. L’isola è attrezzata anche per il conferimenti di apparecchiature elettriche, mentre non possono essere conferiti i rifiuti speciali, che devono essere smaltiti ricorrendo alle aziende autorizzate.