BRESCIA – Forza Nuova sull’Imu. “Non possiamo pagarla? Non la pagheremo”

0

IMU: imposta municipale propria. Un incubo per chi in questi giorni si trova alle prese con la seconda rata. Un peso non indifferente per chi è intestatario di una seconda casa che fatica ad affittare, per chi possiede fabbricati o terreni rurali e si trova già sotto il fuoco incrociato delle difficoltà di mercato e di una tassazione tra le più alte d’Europa.

Un’umiliazione – si legge nel comunicato diffuso da Forza Nuova Brescia – per coloro ai quali viene richiesta un’imposta sulla prima casa di proprietà, l’elemento fondamentale del nucleo familiare, un diritto che va assumendo sempre più i contorni del privilegio. Secondo i calcoli, l’Imu frutterà 21,43 miliardi di euro, di cui circa 12 miliardi andranno ai Comuni, lasciati liberi di livellare l’aliquota sulla seconda rata.

La strategia del governo Monti, che in questi giorni ci sta finalmente “lasciando”, è chiarissima: spillare ogni fondo a Comuni e Regioni, per poi lasciare loro la possibilità di aumentare tasse, imposte e balzelli: non stupiamoci allora – continua la nota – se alcune giunte si sentono in dovere di “fare cassa” tramite postazioni autovelox, multe e oneri d’urbanizzazione (l’alternativa è l’indebitamento). I cittadini italiani vengono spremuti per pagare un debito pubblico di cui non riusciamo a coprire nemmeno gli interessi, e per tamponare anni di politiche economiche dissennate il Governo delle banche ha scelto la via più comoda: tartassare le proprietà dei cittadini.

Abbiamo quindi voluto proporre questa campagna di sensibilizzazione, riassumendola nella frase “L’IMU strozza le famiglie e ingrassa le banche” – conclude la nota di Forza Nuova – lanciando inoltre la provocazione riportata sui manifesti: “Non possiamo pagare? Non pagheremo”. Logica pragmatica di una situazione che sta per esplodere.