PESCHIERA – Polizia: giuramento in piazza

0

Venerdì 7 dicembre, per la prima volta, sarà la piazza del Porto di Peschiera del Garda a fare da palcoscenico al giuramento dei 150 allievi agenti che stanno per concludere il loro anno di corso, il 184° della Scuola della Polizia di Stato della cittadina arilicense.

Gianpaolo Trevisi, il neo direttore dell’istituto di Peschiera del Garda, ha già promosso una serie di iniziative volte a far conoscere “a questi ragazzi la realtà da diversi punti di vista. Perché loro sono donne e uomini come tutti e una volta fuori di qui andranno a lavorare in mezzo alla gente. E tante volte il racconto di una testimonianza vissuta insegna più di quanto puoi trovare scritto nei libri”. Una testimonianza preziosa è senz’altro quella di Maria Teresa Turazza, mamma di Rudy e Davide, due agenti che in servizio hanno perso la vita. “Maria Teresa è una persona davvero speciale e ho voluto che i ragazzi la incontrassero perché il suo è un racconto che non può non riguardarli da vicino. Lei, disponibile come sempre, è stata da noi la scorsa settimana e ha spiegato con semplicità e in modo diretto perché i due figli erano entrati in polizia e come sono stati uccisi. Sono sicuro che questo è stato un incontro importante, soprattutto a livello personale; non a caso tutti gli allievi sono rimasti a farle domande ben oltre il tempo della conferenza”.

Un sostituto commissario della Mobile porterà poi a Peschierà una donna vittima per anni di stalking: “Un tema delicato – ha detto Trevisi – e purtroppo di grande attualità; e penso sia utile spiegare ai nostri agenti come stanno le cose viste da una prospettiva altra: perché un conto é sapere cosa prevede la legge, diverso è sentire come una persona è costretta a cambiare le proprie abitudini di vita perché oggetto di una persecuzione”.

In quest’ottica, dunque, si è deciso di portare in piazza del Porto, nel centro storico di Peschiera, un momento solenne come quello del giuramento. “L’idea mi è venuta pochi giorni dopo il mio arrivo. Non ricordo dove ho sentito parlare della scuola come di una istituzione in qualche modo chiusa e invece non è così. Di qui il pensiero del giuramento in piazza, un progetto che si è potuto realizzare grazie all’immediata disponibilità del sindaco Umberto Chincarini oltre che della nostra amministrazione.

E devo dire che la cosa ha generato grande entusiasmo anche tra gli stessi allievi – ha sottolineato Trevisi – che così avranno modo di salutare da vicino la cittadina dove hanno vissuto un anno della loro vita. E viceversa. Per un giorno, insomma, scuola e paese saranno un tutt’uno. E poi ho invitato dei campioni dello sport. Ma non posso ancora dire chi sarà presente”.

Alla cerimonia saranno presenti la Fanfara e la Bandiera della Polizia di Stato che accompagneranno il corteo dei partecipanti dalla sede dell’Istituto sino al piazzale del Porto. Sul pontile saranno sistemati tutti i veicoli impiegati delle varie specialità della polizia e al termine della cerimonia il corteo tornerà nella scuola per un momento conviviale con i parenti dei neo agenti che entro fine anno conosceranno le sedi e i ruoli cui sono stati destinati.