DESENZANO – L’azienda ospedaliera investe nella riqualificazione dei presidi

0

L’amministrazione dell’azienda ospedaliera di Desenzano del Garda, nel triennio 2013-2015, intende investire ben 46milioni di euro per un progetto di riqualificazione, progetto che, ovviamente, dovrà prima ottenere il via libera della Regione.

Al centro del programma, varato dal direttore generale Marco Votta nei giorni scorsi, ci sono interventi di miglioramento, potenziamento, riqualificazione, ampliamento e ristrutturazione delle infrastrutture sanitarie che fanno capo all’azienda, e cioè quelle di Salò, Manerbio, Leno, Gavardo e Lonato, strutture che dispongono di 844 posti letto accreditati, 81 dei quali day hospital.

In modo particolare, il progetto prevede un investimento di circa 7milioni di euro nel 2013, di 18milioni nel 2014 e di oltre 19milioni nel 2015. L’opera più costosa, tra quelle in programma, per un totale di 8milioni di euro, interesserà l’ospedale Montecroce di Desenzano del Garda, dove è prevista la sopraelevazione del padiglione D per l’adeguamento dell’unità operativa di Ostetricia e ginecologia, lo spostamento di Emodialisi e l’adeguamento del blocco operatorio dell’ospedale cittadino.

L’avvio dei lavori è previsto per il quarto trimestre del prossimo anno e gli interventi si sostanzieranno, a grandi linee, nell’adeguamento del servizio di Radiologia, dei reparti di Chirurgia, Cardiologia e Pediatria, nel sopralzo con nuovi spazi per Unità coronarica, Patologia neonatale presso l’ospedale di Manerbio, nel risanamento statico dell’ospedale di Leno e nella ristrutturazione del Pronto soccorso a Gavardo, per collocarvi la risonanza magnetica.