LUMEZZANE – “Peter Pan” in Avogadro per i 10 anni della Torre delle Favole

0

Il “Peter Pan” di Emanuele Luzzati torna alla Torre delle Favole. La manifestazione ideata e curata da Sonia Mangoni e Laura Staffoni compie dieci anni e festeggia con una speciale edizione del Peter Pan ideato dal grande illustratore nel 2004 in un nuovo allestimento curato dallo scenografo Gabriele Carlini, assistente di Luzzati. Si inaugura domani, domenica 2 dicembre alle ore 16 e resterà aperta fino al 3 marzo. Visite teatralizzate per le scuole (dal lunedì al sabato) e per tutti i visitatori (la domenica). Per l’occasione torna anche il Tappeto magico, gioco multimediale interattivo di Tpo Teatro di Piazza o d’Occasione di Prato. Uno spazio riservato ha la mostra bibliografica “La biblioteca delle Favole”.

Appuntamenti collaterali alla mostra sono la presentazione del libro “La favola: storia antologica” di Carla Boroni e Marta Mai (Vannini Editrice) e “Le favole del cielo” al Planetario. Il libro “Peter pan e Wendy” ha le illustrazioni di Emanuele Luzzati, Edizioni Nuages a Milano. L’iniziativa è promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune di Lumezzane con il Museo Internazionale Luzzati, il sostegno della Fondazione Asm Gruppo A2A e Fondazione della Comunità Bresciana Onlus. Quasi 4.800 le prenotazioni da parte delle scuole alla vigilia dell’apertura. Informazioni sono disponibili all’ufficio Cultura allo 030.8929251 e sul sito internet. Nel 2004, in occasione dei cento anni di Peter Pan, Emanuele Luzzati si cimentò con l’amatissimo personaggio nato dalla penna di James M. Barrie per una pubblicazione di Nuages.

Le avventure di Peter insieme alla truppa dei bambini smarriti, i giardini di Kensington, L’Isola che non c’è e i galeoni dei pirati guidati dal terribile Capitan Uncino divennero il tema della seconda edizione della Torre delle Favole. In Torre Avogadro prese forma un percorso tra esposizione, scenografia, installazione e teatro con l’apporto del grande maestro dell’illustrazione, già ospite a Lumezzane in anni precedenti con il suo “Decameron” con l’aiuto di Cristina Taverna, anima della galleria milanese e casa editrice Nuages. Oggi la Torre delle Favole compie dieci anni e li festeggia nel ricordo di Emanuele Luzzati. Sarà il “suo” Peter Pan a ritornare nelle stanze della Torre Avogadro, grazie alle realizzazioni e al nuovo allestimento di Gabriele Carlini, assistente di Luzzati, con la collaborazione del Gruppo Amici dell’Arte formato da Rosangela Zipponi, Neris Pasquariello, Gianbattista Boldoni e Silvano Rossetti.

Del percorso fa parte integrante il tappeto magico “Il giardino di Peter”, gioco installazione per i bambini (ma la domenica possono partecipare anche gli adulti) concepito dal Teatro di Piazza o d’occasione per La Torre delle Favole su immagini create allo scopo da Emanuele Luzzati. In una sala della Torre è allestito uno spazio multimediale e interattivo delimitato da un tappeto. Attraverso il movimento di uno o più persone sopra il tappeto, è possibile creare composizioni musicali oppure inviare immagini o produrre suoni ed altri eventi complessi. Le immagini  del Giardino di Peter ricreano scenari e  riproducono alcuni personaggi del mondo immaginario del piccolo eroe di Barrie.

Il visitatore  è  invitato  a salire sul tappeto sensibile (un sistema complesso collega un videoproiettore che invia immagini dall’alto a sensori posizionati sotto il tappeto) e ad immergersi in un fantastico mondo animato per vivere in prima persona l’emozione di camminare sul  ramo di un albero, volare sopra un aquilone, suonare il flauto di Peter, incontrare da vicino i terribili pirati oppure scappare dal coccodrillo. L’installazione prevede due percorsi a zone: Kensington dedicato all’ambiente del giardino e Isola che non c’è dedicato all’ambiente acquatico, ciascuna di sette giochi che si visualizzano uno per volta in successione. L’allestimento rispecchia la scansione del racconto “Peter Pan e Wendy” in una riduzione tratta dall’omonima opera di James M. Barrie e pubblicata da Nuages, con le illustrazioni originali realizzate da Luzzati per la pubblicazione del 2004.

Emanuele Luzzati in torre Avogadro nel 2004

La teatralizzazione curata dalla regista Sara Poli inserisce nel percorso scenografico il linguaggio del racconto animato. In questa modalità è proposta dal lunedì al sabato ai gruppi scolastici (scuole dell’infanzia e primarie) e la domenica ai gruppi familiari (fino a esaurimento dei posti disponibili, si consiglia la prenotazione). Le visite guidate teatralizzate sono condotte dai componenti dell’Associazione Culturale ColChiDeA: Manuela Misiti, Anna Palladino, Marco Palladino e da Renato Lancini. Al piano terra è allestita La Biblioteca delle Favole, mostra bibliografica itinerante. Al bookshop sono disponibili le nuove pubblicazioni realizzate per la Torre delle Favole: il già citato “Peter Pan e Wendy” che si aggiunge alla collana appositamente creata da Nuages e “La favola: storia antologica” di Carla Boroni e Marta Mai, edito da Vannini (verrà presentato dalle autrici venerdì 1 marzo alle ore 20,30 nelle sede degli Amici dell’Arte in via Matteotti 90).

Al planetario di via Mazzini si ripropongono “Le favole del cielo”, domeniche per le famiglie a cura del Centro Studi e Ricerche Serafino Zani e dell’Unione Astrofili Bresciani. La rassegna sarà inaugurata alla presenza del sindaco Silverio Vivenzi e dell’assessore alla Cultura Lucio Facchinetti. L’ingresso alla Torre delle Favole e a tutti gli appuntamenti è gratuito, ad eccezione delle visite teatralizzate domenicali e festive, per partecipare alle quali è richiesto l’acquisto del libro “Peter Pan e Wendy” (15 euro) per ogni gruppo di prenotazione (massimo 6 persone). Migliaia di alunni e numerosi gruppi familiari (i primi dal lunedì al sabato, gli altri la domenica e i festivi) visitano ogni anno La Torre delle Favole, che ormai si assesta ogni anno intorno alle 12 mila presenze con oltre 330 visite teatralizzate. Per questa edizione si sono già accreditate 395 classi provenienti da 36 comuni, per un totale di 4.768 bambini (dati raccolti giovedì 29 novembre). Oltre alle scuole di Lumezzane, dei comuni limitrofi (Sarezzo, Gardone, Villa Carcina, Concesio, Ospitaletto, Bovezzo) e di Brescia città, si confermano le presenze da tutto il territorio provinciale: dal Sebino al Garda e Valsabbia (Sale Marasino, Iseo, Roè Volciano, Vobarno, Vestone), dalla Franciacorta (Rodengo Saiano, Rovato, Gussago e Cazzago San Martino) alla Bassa bresciana (Flero, Chiari, Maclodio, Manerbio).

LOCANDINA DELLA RASSEGNA