SAREZZO – Concerto in San Faustino per i terremotati di Cavezzo

0

Domani sera, venerdì 23 novembre alle ore 20,45, al teatro San Faustino di Sarezzo e nell’ambito dell’iniziativa “Notti di Note per l’Emilia”, il coro “La Soldanella” di Villa Carcina proporrà un concerto corale. L’evento è finalizzato alla raccolta di fondi destinati all’acquisto e al trasporto di moduli abitativi per la famiglie di Cavezzo, in provincia di Modena. L’ingresso è con offerta libera.

Cavezzo

Il gruppo corale “La Soldanella” nasce a Villa Carcina nel 1961 come coro tradizionale “alpino”, spostando successivamente interesse e ricerca, dai canti della montagna, a una più ampia espressione musicale nel campo del folklore nazionale e straniero. E’ intensa l’attività concertistica, con oltre 1.100 concerti tenuti nelle principali città italiane, nonché in Svizzera, Francia, Germania e Austria e anche quella discografica con cinque diverse interessanti incisioni.

L’attuale lavoro propone risultati di una ricerca nell’ambito di nuove armonie corali, colte anche da realtà culturali di altri paesi, in sintonia con il momento storico che stiamo vivendo in idealità di comprensione e fratellanza tra i popoli. Il coro è diretto dal maestro Pasquino Zanotti, il quale ha alle spalle un ottimo curriculum di studi specifici, fra i quali la partecipazione alla scuola per direttori di coro presso la “Civica scuola di Musica” di Milano.

La finissima tecnica raggiunta nell’arduo lavoro di armonizzazione e un intuito particolarmente felice nel cogliere gli autentici valori dell’espressione melodica del canto di gruppo, gli permettono di conseguire risultati veramente notevoli nell’elegante sobrietà di un chiaro linguaggio musicale. Durante il concerto di domani verranno eseguiti i seguenti brani: Som Som (Ugoletti), Joshua (Heinriks), Agnus Dei (Sanca), Ave Maria (Sanca), Lous Tilholes (Bon), Il trenino (Bordingnon), Se savessis Fantazzinis (Malatesta), La bella al molino (Ugoletti), Ricordo (Bordignon), Kumbajà (Gervasi), M.L.K. (Chilcott), A la nanita (Giavina), O Holy noght (Adam).