GUSSAGO – Movimento pro Lombardia per una tradizione civica lombarda

1

Sabato 17 Novembre una delegazione di attivisti franciacortini del movimento pro Lombardia indipendenza ha incontrato il sindaco di Gussago, Bruno Marchina. Il responsabile di sezione, Giorgio Veneziani, è stato candidato per la lista indipendentista alle scorse elezioni comunali, raccogliendo il 2,7% dei consensi. L’incontro di sabato intende dimostrare l’attivismo del movimento anche dopo la fine del processo elettorale, cercando un’attiva collaborazione con i rappresentanti della comunità lombarda, ai vari livelli.

Le proposte (inserite nella lettera in allegato), vertono sulla drammatica situazione degli Istituti scolastici locali ai quali il Ministero dell’Istruzione non versa una cifra vicina ai 70mila € necessari per l’ordinaria amministrazione e sulla Fondazione Richiedei, a rischio dissesto per i previsti tagli statali e regionali. Inoltre il movimento intende far partire un progetto, coinvolgendo anche i partiti eletti in Consiglio Comunale, dedicato all’inserimento dello strumento della democrazia diretta nella vita del paese.

Come ultimo punto, Veneziani ha consegnato a Marchina la Croce di san Giorgio, simbolo del XII secolo, rappresentativo dei liberi Comuni lombardi in lotta contro lo strapotere imperiale, e uno studio effettuato dagli attivisti del movimento proprio sul drappo, caldeggiando un insegnamento specifico della storia e cultura lombarda all’interno degli Istituti scolastici comunali. Il sindaco Marchina, dopo aver accettato la bandiera, si è detto favorevole a discutere di tutti i punti presentati dal movimento, sottolineando come l’azione del governo dello Stato italiano stia sempre più stringendo il cappio al collo degli enti locali, assorbendo le risorse dei cittadini gussaghesi, ma dando loro servizi inadeguati.

Ha inoltre ricordato che i Comuni sopravvivono grazie alle addizionali comunali e all’IMU, ma basterebbe trattenere una minima parte (il 20%) del gettito IRPEF interamente assorbito dallo Stato italiano per avere un bilancio comunale una volta e mezza maggiore dell’attuale.
“Siamo pronti a partire con le iniziative promesse ai gussaghesi durante la campagna elettorale” ha affermato Veneziani “cercheremo di coinvolgere tutti i rappresentanti degli altri movimenti e partiti che hanno a cuore Gussago, Brescia e la Lombardia; dobbiamo essere tutti propositivi e lavorare per il bene ultimo della popolazione che rappresentiamo.” Il portavoce del movimento, Giovanni Roversi, ha commentato così l’iniziativa del gruppo franciacortino: “La Lombardia è nata e fondata sui suoi Comuni, è proprio lì che bisogna attivarsi per migliorare la vita della nostra comunità. Se riusciremo nel nostro intento di rendere partecipe la cittadinanza alle decisioni che la riguardano, avremo fatto un ottimo servizio alla popolazione stessa e alla storia della nostra tradizione civica lombarda”. Il prossimo appuntamento con gli attivisti franciacortini del movimento indipendentista è fissato per il 24 novembre per un gazebo di propaganda, mentre il 2 dicembre saranno a Rodengo Saiano.

1 Commento

  1. […] Fonte: Eco delle Valli Articoli correlati:Il candidato sindaco di «5 stelle» rinuncia al gettone di presenzaGià formata la nuova Giunta di GussagoMarchina sotto attacco su bilancio e urbanisticaGussago Rifiuti porta a porta: scontro in ConsiglioGussago e Palazzolo bussano alla Regione per la Richiedei Tag: Bruno Marchina, Giorgio Veneziani, Gussago, Movimento pro Lombardia indipendenza, Sindaco /* […]

Comments are closed.