MILANO – Manifestazione nazionale dell’Anci contro i tagli del Governo

0

Una grande mobilitazione a Milano mercoledì 21 novembre per protestare contro i tagli del Governo e chiedere certezze sull’Imu, la revisione del patto di stabilità e l’abolizione della sua estensione ai comuni con popolazione tra i 1.000 e i 5.000 abitanti è stata indetta dall’Anci. Per Attilio Fontana, presidente di Anci Lombardia, si tratta di “una manifestazione doverosa perché ormai la situazione sta raggiungendo livelli insostenibili, e la decisione di coinvolgere i piccoli comuni nell’obbligo del patto di stabilità ci mette in situazioni inaccettabili.

Mercoledì sarà anche l’occasione per far sentire la nostra voce su tutte le altre problematiche su cui non abbiamo mai avuto alcuna risposta dal Governo. Penso all’annosa questione del gettito Imu, alla tesoreria unica, ai tagli alla spesa di 2,2 miliardi per il prossimo anno, così come agli obblighi di controllo della Corte dei Conti che si configurano come controlli sulla gestione e sulle scelte previsti dal dl 174 in fase di conversione in legge alla Camera.

Mauro Guerra, coordinatore nazionale dell’Anci piccoli comuni, presentando la manifestazione ha osservato che “l’estensione del patto di stabilità ai comuni dai 1.000 ai 5.000 abitanti è del tutto irrazionale dal punto di vista tecnico e impraticabile per il sistema finanziario delle piccole amministrazioni locali”. La mobilitazione di Milano sarà quindi l’occasione “per porre con forza all’attenzione del Governo, del Parlamento e delle forze politiche un problema che, se non interverranno modifiche, rappresenterà un disastro per i piccoli comuni e le migliaia di economie locali del paese, aggravando la recessione già in atto”.

Per Ivana Cavazzini, presidente del dipartimento piccoli comuni di Anci Lombardia, “la richiesta di escludere i piccoli comuni dal patto di stabilità e l’introduzione di misure di premialità per gli enti virtuosi è il minimo che gli amministratori devono chiedere al fine di realizzare con successo il processo di avvio delle gestioni associate obbligatorie previsto dalla legge, e la conseguente riforma organizzativa e funzionale della macchina amministrativa”. Mercoledì i sindaci e rappresentanti dell’Anci si riuniranno in piazza Santa Maria delle Grazie a partire dalle ore 10. Seguirà l’incontro tra una delegazione Anci con il Ministro dei rapporti con il Parlamento Piero Giarda e il Prefetto di Milano Valerio Lombardi.

AdamelloNews.com » Attualità