BEDIZZOLE – La Pro Loco è alle porte

0

Nei giorni scorsi, un incontro tra amministratori e rappresentati delle realtà territoriali per definire le linee guida del progetto. Presenti, tra gli altri, l’assessore provinciale Silvia Razzi, dirigenti della Pro Loco territoriale e l’assessore alla Cultura di Bedizzole, Angelo Beltrami, principale fautore di questa iniziativa.

“La Pro Loco di Bedizzole ancora non c’è – ha spiegato Beltrami – ed è per questo che stiamo muovendoci, con l’obiettivo di creare curiosità tra la gente, perché questo è un progetto che deve nascere solo se condiviso. Penso però che i tempi siano maturi: in paese sono operative diverse associazioni e tanti gruppi delle frazioni che già svolgono un lavoro molto importante per la tutela e la fruizione delle caratteristiche di Bedizzole, che sono notevoli sia nell’ambito culturale e storico, sia nel contesto paesaggistico. Abbiamo un Gruppo Giovani che opera per la ricerca storica, abbiamo altri sodalizi impegnati nella salvaguardia e nello sviluppo delle priorità ambientali del nostro territorio e operatori commerciali capaci e pronti a gestire questa nuova sfida. Insomma, direi che non manca nulla per rendere organico il lavoro di tutti. Ma non sarò io il motore della nuova Pro Loco, sarà, invece, la collettività. L’obiettivo è promuovere il turismo in paese: parlo di una industria che crea profitti e che si basa in questo caso su prerogative che Bedizzole contiene in sé da sempre: aria buona, paesaggio, enogastronomia di qualità e molto altro ancora. Immagino una Pro Loco che opera, quindi, per il bene comune. Si tratta del punto di snodo anche per l’assessorato che dirigo, con l’incontro dell’altra sera abbiamo chiamato a raccolta quanti operano nel volontariato per iniziare a pensare a come sviluppare questa iniziativa. Per ampliare, infine, uno spettro di proposte per una platea vasta che da noi può trovare un’offerta turistica adeguata a varie esigenze”.

Perché una Pro Loco a Bedizzole? Per la promozione turistica, per la valorizzazione del territorio, per snellire le pratiche burocratiche. Le associazioni che hanno partecipato all’incontro, convinte dei benefici che dalla realizzazione di una Pro Loco deriverebbero, hanno mostrato entusiasmo e spirito propositivo.

Nei prossimi incontri verrà istituita l’associazione e verranno studiati metodi per cercare di allargare il bacino dei volontari impiegati in paese.