DESENZANO – Al Montecroce un nuovo test contro le allergie

0

Da qualche mese a questa parte, l’Azienda Ospedaliera di Desenzano del Garda mette a disposizione dei cittadini un servizio innovativo dalle imponenti potenzialità: tutte le persone affette da allergie, e in modo particolare quelle allergiche al veleno di imenotteri, possono usufruire di un test cutaneo, che consente di identificare l’insetto pungitore.

Grazie alla stretta collaborazione tra l’Unità Operativa Semplice di Allergologia, diretta dalla Dr.ssa Antonietta Melchiorre, ed il Laboratorio Analisi, diretto dal Dr. Bruno Milanesi, oggi è infatti possibile ricorrere a tecniche sofisticate di biologia molecolare per individuare l’insetto responsabile delle punture e scegliere correttamente il vaccino da iniettare per prevenire il pericolo.

“Tramite questa nuova metodica che sfrutta molecole allergologiche specifiche – ha spiegato la Dr.ssa Annamaria Indelicato Direttore Sanitario dell’Azienda Ospedaliera di Desenzano – siamo in grado di offrire una risposta qualificata e attendibile a tutte le persone allergiche o che temono di esserlo”.

“Sono ormai più di vent’anni – ha aggiunto la Dr.ssa Melchiorre – che la struttura di Desenzano, grazie alla collaborazione della Dr.ssa Mariacinzia Marcotulli, offre un ambulatorio per la vaccinoterapia dove, dopo un accurato iter diagnostico, i pazienti allergici vengono vaccinati contro il veleno degli imenotteri. La nostra più grande soddisfazione deriva dall’aver potuto constatare, in oltre il 90% dei soggetti vaccinati, l’efficacia dei vaccini somministrati testimoniata dal fatto che le ripunture sono responsabili solo di lievi reazioni locali dovute all’inevitabile effetto irritante del veleno che l’insetto inietta nel momento della puntura”.

Un’altra importante novità introdotta dalle allergologhe di Desenzano è stata l’applicazione di un protocollo di desensibilizzazione nei confronti dell’aspirina.

Non va poi trascurato il fatto che ogni anno sono circa 1.500 i pazienti che si rivolgono agli Ambulatori di Allergologia dell’Ospedale di Desenzano, di cui il 70% per prime visite. Sono stati circa 300 i pazienti vaccinati nel corso dell’ultimo anno, di cui il 10% per allergia a veleno di imenotteri, gli altri per allergie a pollini, polveri ambientali, muffe, epitelio animale. All’Unità di Allergologia si presentano anche persone con reazioni avverse a farmaci, come lattice, additivi alimentari, anestetici locali e generali o problematiche cutanee come orticaria e dermatiti da contatto.