BRESCIA – Settimana di controlli in provincia contro lo spaccio di droga

0

Vanno avanti i servizi di controllo sul territorio coordinati dalle forze dell’ordine tra carabinieri e Polizia locale per contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso della settimana sono state arrestate nove persone in diverse operazioni contro la criminalità. In via Tadini a Brescia, venerdì 9 novembre il personale dell’aliquota Operativa del NORM dei Carabinieri di Brescia, ha sorpreso M. N., una 37enne marocchina clandestina mentre cedeva della droga ad alcuni giovani del posto. La donna è stata trovata in possesso di 5 grammi di cocaina e 200 euro in contanti frutto dell’illecita attività.

Arrestata per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, è poi stata condotta al suo domicilio in regime di arresti domiciliari come disposto dalla magistratura. I giovani intenti a “fare acquisti” sono, invece, stati segnalati alla Prefettura di Brescia come assuntori di droga. A Lumezzane, invece, la stessa sera i Carabinieri del comando locale hanno arrestato per detenzione a fini di spaccio B. A., 19enne del luogo, già noto alle Forze di Polizia. Il giovane, bloccato mentre usciva da un’officina lumezzanese, è stato perquisito e trovato in possesso di 27 grammi di hashish nascosti in un pacchetto di sigarette. Altri 27 grammi della stessa droga, oltre al materiale necessario per confezionarlo in dosi e un bilancino di precisione, sono stati rinvenuti nel corso della perquisizione domiciliare. Il ragazzo è stato  condotto nella propria casa agli arresti domiciliari come disposto dalla Magistratura.

All’alba di giovedì a Chiari i Carabinieri hanno arrestato E. M. A., 42enne marocchino residente a Palazzolo, già noto alle Forze di Polizia, per detenzione a fini di spaccio di stupefacenti. L’uomo, in località Santellone di Chiari, è stato sorpreso a bordo della sua auto mentre cedeva della cocaina a un 42enne di Calcio per la somma di 100 euro. Lo stupefacente e la somma in contanti, insieme ad altri 150 euro e due telefoni cellulari in possesso del marocchino, sono stati sequestrati e l’uomo condotto agli arresti domiciliari. L’acquirente bergamasco è stato segnalato alla Prefettura come assuntore di droga.

A Corte Franca, invece, i Carabinieri di Adro hanno arrestato, per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, A. I., 25enne tunisino residente in quel centro e già noto alle Forze di Polizia, sorpreso intorno alla mezzanotte del 9 novembre nel parcheggio del centro commerciale “Le Torbiere”, raggiunto a bordo della propria moto mentre consegnava a due 30enni due grammi di cocaina in cambio di 50 euro ciascuna. La perquisizione effettuata sull’uomo ha consentito il sequestro del denaro e di due telefoni cellulari. Il tunisino è stato trattenuto in camera di sicurezza e i due acquirenti sono stati segnalati alla Prefettura.

Si prosegue a Castegnato per un’operazione in trasferta dei Carabinieri di Ospitaletto nella tarda serata del 9 novembre. Quando i militari sono entrati in un esercizio pubblico in via Padana Superiore, T. C. 44enne di Brescia, già noto alle Forze di Polizia, si è recato di corsa nei bagni tentando di disfarsi di un involucro in cellophane gettandolo nello scarico dei servizi igienici. La pronta reazione dei Carabinieri, nonostante l’opposizione del soggetto, col quale è stata ingaggiata una breve colluttazione, ha però vanificato il tentativo di distruzione del materiale e consentito il recupero del pacchetto risultato contenere sette grammi di cocaina suddivisi in 14.

Sulla sua auto è stato anche rinvenuto tutto il necessario per il confezionamento dello stupefacente posto sotto sequestro insieme a 600 euro in contanti ritenuti provento dello spaccio. L’uomo è stato trattenuto in camera di sicurezza in stato di arresto per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. A Rovato i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Chiari, nel pomeriggio del 7 novembre hanno arrestato per detenzione e fini di spaccio B. S., 32enne macedone residente a Chiari, già noto alle Forze di Polizia, sorpreso nel parcheggio davanti all’“Eurospin” di via Lazio, mentre consegnava a un 26enne del luogo un involucro contenente un grammo di cocaina in cambio di 50 euro.

L’uomo è stato posto agli arresti domiciliari e il “cliente” segnalato alla Prefettura. Le operazioni sono andate avanti a Orzinuovi nella notte tra il 9 e il 10 novembre dove i Carabinieri in via Maglio  hanno arrestato per detenzione a fini di spaccio L. H., 25enne marocchino residente a Calcio sorpreso a cedere una dose di cocaina a un giovane del luogo. La perquisizione personale ha permesso di rinvenire addosso all’arrestato 110 euro, provento dello spaccio, posta sotto sequestro. Il giovane “cliente” è stato segnalato alla Prefettura. A Carpenedolo, infine, i Carabinieri locali con i colleghi di Leno, dopo aver notato e monitorato un anomalo movimento di giovani vicino alla casa occupata da L. M. e A. R., entrambi 26enni marocchini, il primo clandestino e noto alle Forze di Polizia, il secondo in regola con le norme di soggiorno, hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare rinvenendo e sequestrando 2,5 grammi di cocaina confezionata in sette involucri e 3,3 grammi di hashish confezionati in due involucri oltre alla somma di 780 euro in contanti, tutto il necessario per il confezionamento dello stupefacente e un telefono cellulare. I due sono stati così arrestati per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio e trattenuti in camera di sicurezza.