GARDA – Vendemmia in calo, ma garantita l’ottima qualità del vino

0

Nei giorni scorsi, in occasione della manifestazione ‘Profumi di Mosto’, 21 cantine della riviera gardesana hanno aperto le porte a tutti gli appassionati del buon vino e hanno presentato al pubblico il Chiaretto e il Rosso della nuova Doc Valtenesi.

Per quanto riguarda i bilanci sulla vendemmia, Alberto Emilio Pancera del ‘Masserino’ di Raffa ha spiegato: “Non è andata male anche se abbastanza scarsa: non ci sarà tanto prodotto. Noi faremo sia il Valtenesì Chiaretto che il rosso, e il Groppello perché la clientela cerca ancora questo. Noi faremo entrambi i Chiaretti perché quello Valtènesi arriva tardi, a metà febbraio, mentre quello Garda Classico esce prima e la gente è abituata così”.

“Quando c’è stato il grande caldo ad agosto – ha commentato Giacomo Trincani de ‘La Basia’ di Puegnago – tra le colline abbiamo sofferto meno. La raccolta delle uve per Chiaretto e Groppello è avvenuta a fine settembre e sabato scorso abbiamo terminato con il Rebo. L’uva è soddisfacente, di ottima qualità. La nostra idea del rosso è il superiore, il 2011 è stata la prima annata e quindi sarà sul mercato solo tra qualche anno. Per noi con il Valtènesi Chiaretto c’è stato solo un cambio di etichetta: imbottigliavamo già a inizio febbraio per dargli più tempo per maturare. Il limite del 14 febbraio fissato dal disciplinare per immetterlo sul mercato gli dà il tempo per maturare e quindi avere un vino con più tenuta e stabilità”.

Mario Leali della ‘Cantina Marsadri’ ha commentato: “Le uve sono ottime, ma la quantità è calata tanto, un po’ meno per il Lugana”.