SAN PAOLO D’ARGON (BG) – Gli ottoni di “Gomalan Brass” in concerto il 17 novembre

0

Arrivano gli ottoni al Corpo Musicale di San Paolo d’Argon che sta festeggiando i trent’anni di attività. Infatti, da Marzo 2012, il Corpo Musicale organizza mensilmente eventi musicali di grande spessore che hanno rappresentato la cultura musicale per strumenti a fiato a tutti i suoi livelli rappresentativi: dai gruppi da camera alle grandi orchestre.

Tra gli altri si sono esibiti gruppi di rilievo artistico come la Wind Simphony University of Northen Iowa (USA), il Corpo Bandistico di Borgosatollo, l’Orchestra di Fiati di Vallecamonica, Percussion Smap, Quadrophobia e ora arrivano gli ottoni, quelli con la “O” maiuscola. Si tratta dei Gomalan Brass, un quintetto ottoni che da anni attira come calamita tutti gli interessati al genere, musicisti amatori e non, studenti, e tutti gli amanti della buona musica.

Il Gomalan Brass Quintet è un gruppo d’ottoni eclettico ed estremamente dinamico, costituito da cinque raffinati musicisti, prime parti in importanti orchestre italiane. Grazie all’avvincente sinergia tra abilità esecutiva e coinvolgimento teatrale, il Gomalan Brass si destreggia con disinvoltura all’interno di un repertorio vastissimo, che spazia dal rinascimento al melodramma e alla musica contemporanea, senza disdegnare incursioni nel repertorio della musica per film. Lo spettacolo proposto e continuamente rinnovato, e per la riconosciuta qualità musicale e per la particolare verve istrionica dei componenti del quintetto, da dieci anni conquista pubblico e critica di tutto il mondo.

Fiore all’occhiello del repertorio del Gomalan Brass Quintet, il progetto Aida, in programma per la serata, è la grande sfida che Marco Braito (tromba), Marco Pierobon (tromba), Nilo Caracristi (corno), Gianluca Scipioni (trombone) e Stefano Ammannati (tuba) lanciano all’inespugnabile fortezza della lirica: cinque musicisti in abiti di scena suonano, cantano, interpretano, recitano, ballano l’opera, trasformandosi di volta in volta in Aida, Radames, Amneris, Il Faraone, Amonasro, in un rapido susseguirsi di arie, musica e prosa. Non per ridicolizzare un capolavoro, ma al contrario per renderlo fruibile e comprensibile a chi non lo conoscesse (bambini compresi) o per farlo apprezzare ancora di più a chi ne sapesse già decodificare linguaggio e intenzioni.

Quattordici deliziosi arrangiamenti per quintetto d’ottoni dell’opera verdiana (preludio, marcia trionfale, ballabili, arie e duetti), collegati tra loro da scene mimate che introducono le arie e accompagnano l’ascoltatore nella fitta trama della vicenda. La regia teatrale, curata da Sabrina Morena, coniuga l’esecuzione musicale all’azione teatrale, in un gioco che si compone di quadri mimici che rimandano al cinema muto, e di momenti puramente musicali in cui i musicisti si muovono e agiscono come i personaggi dell’opera. Musica, danza e mimo sono gli ingredienti di questo divertissement al contempo comico e serio.

Si inizia alle ore 21.00, sabato 17 Novembre presso la “Sala del Sole” in via Antonio Locatelli n.7 a San Paolo d’Argon (BG):

Ecco il sito internet dove trovare altre informazioni.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti