DESENZANO – In progetto un lungolago a senso unico

0

L’amministrazione comunale sta valutando, nell’ambito della revisione del progetto di riqualificazione del lungolago, la possibilità di un lungolago con un unico senso di marcia.

Se l’idea dovesse andare in porto e tramutarsi in concreta realizzazione, il lungolago potrà essere percorso dalla rotatoria di via Gramsci, all’altezza della spiaggetta Feltrinelli, sono in direzione del lido di Lonato e Padenghe. L’obiettivo perseguito attraverso un progetto di questo tipo è quello di liberare da code e traffico questa parte dell’abitato del centro storico, allontanando le vetture sulla minitangenziale.

L’idea di eliminare il doppio senso di marcia sul lungolago Cesare Battisti, nel tratto compreso fra via Gramsci, il Vò e il lido di Lonato, ha destato numerose polemiche. Tuttavia l’assessore all’Urbanistica e Mobilità, l’ing. Maurizio Tira, ha spiegato: “Abbiamo valutato questa possibilità. Attualmente il traffico che proviene dalla Valtenesi e dal medio e alto Garda sulla gardesana ed è diretto a Desenzano arriva fino nel cuore dell’abitato. I il Desenzanino ma soprattutto via Gramsci, stretta fra le case, diventano camere a gas. Il traffico non si elimina ma si può spostare, per questo c’è l’idea di deviare a Padenghe auto e moto sulla strada del Massadrino e sulla minitangenziale verso l’incrocio dell’Enel. Qui le code già ci sono e aumenteranno ma l’area è più aperta ed i gas di scarico si disperdono più agevolmente.

I residenti potranno percorrere via Vighenzi, mentre gli autobus continueranno con una corsia riservata ad arrivare sul lungolago. Questo progetto si collega a quello della sistemazione del lungolago che abbiamo rivisto con i progettisti ed i promotori che lo finanziano nell’ambito del piano di intervento integrato Tassere”.

Il progetto di risistemazione del lungolago prevede un ampliamento verso il lago, la realizzazione di una pista ciclabile separata per senso di marcia, di una zona verde e la cancellazione della spiaggetta Feltrinelli, che verrà accorporata nel centro balneare di Desenzanino.

Per quel che riguarda l’idea del senso unico, il sindaco Rosa Leso ha confermato: “Stiamo valutando questa soluzione. Procediamo, data la delicatezza del tema, con i piedi di piombo. Sicuramente coinvolgeremo i residenti, i titolari delle attività eventualmente coinvolte in questo cambiamento”.