SALÒ – Tagli dalla Regione: nuovi limiti al reddito per l’integrazione dell’affitto

0

La Regione Lombardia ha deciso di tagliare i finanziamenti destinati all’integrazione del canone di locazione, con grande rabbia per parecchie famiglie indigenti, già alle prese con le difficoltà della crisi economica.

In modo particolare sono state fissate nuove soglie reddituali per poter accedere al beneficio, con la conseguenza che all’80% degli inquilini aiutati fino allo scorso anno non potranno più contare su tale provvidenza.

“Il commento più benevolo dei nostri assistiti – ha detto Flavio Casali, dirigente dei Servizi sociali – è: se in Regione non rubassero, i soldi ci sarebbero”. In Municipio, invece, hanno spiegato che “sono decine e decine le famiglie salodiane che si stanno rivolgendo ai nostri uffici per compilare la domanda per il contributo sull’affitto. Purtuttavia molte tra quelle che fino allo scorso anno hanno avuto accesso a questa preziosa risorsa – 143 nuclei per un totale di circa 70mila euro concessi nel 2011 – hanno dovuto constatare che i criteri fissati dalla Regione sono profondamente cambiati”.

La delibera regionale n. 3699 del 2012, infatti, limita la concessione del fondo per l’integrazione del canone di locazione ai soggetti con reddito Isee fino a 4mila euro, con priorità di erogazione del contributo a soggetti con Isee a 3500 euro e fermo restando il limite massimo di 1200 euro di contributo erogabile, fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

“Con i nuovi limiti posti dalla Regione – hanno proseguito in Municipio – si stima che usufruirà del contributo solo un 20% degli inquilini rispetto a quelli aiutati fino al 2011. La Regione si difende, accusando un calo del 93% dei fondi statali destinati al sostegno delle famiglie in difficoltà nel pagamento dell’affitto, passati da 23milioni nel 2011 a 1milione e 600mila euro”.

Un taglio netto, dunque, che sta mettendo in difficoltà numerosi Comuni. E a farne le spese sono i cittadini disagiati che chiedono spiegazioni sulla novità ai Comuni di riferimento.