POLPENAZZE – Prende corpo l’idea di creare un’oasi museale al lago Lucone

0

Potrebbe trovare realizzazione concreta in tempi brevi il progetto di valorizzazione dell’area archeologica del lago Lucone. Il progetto, promosso dall’amministrazione comunale, prevede, come ha spiegato il sindaco Andrea Dal prete, la creazione di “un’oasi, un paradiso naturale ed archeologico, grazie al ripristino di una porzione di lago, alla creazione di percorsi pedonali nel verde in una zona adesso paludosa e alla ricostruzione delle strutture palafitticole, offrendo ai visitatori sia la possibilità di trascorrervi qualche giorno per provare l’esperienza della vita preistorica, sia l’occasione di seguire le operazioni di scavo in tempo reale”.

Nelle intenzioni del sindaco rientra anche quella di realizzare una sorta di struttura museale multimediale, grazie alla collaborazione del Museo Archeologico di Gavardo e del suo direttore, il dott. Baioni. I presupposti per raggiungere tale traguardo sembrerebbero essere tutti presenti: da un lato, dal punto di vista archeologico, il laghetto di Lucone è stato lo scorso anno annoverato dall’Unesco tra i beni dell’umanità, mentre dall’altro i ritrovamenti sono pressoché quotidiani e di grande interesse. Qualche mese fa, per esempio, è stato rinvenuto il cranio di un bambino di circa 4 anni vissuto 4mila anni fa e in tempi recentissimi è stata portata alla luce una struttura in argilla che gli studiosi tendono a considerare come una sorta di forno preistorico.

Nel fango del Lucone si cela un patrimonio inestimabile, di grande valore non solo tanto dal punto di vista archeologico ma anche da quello paesaggistico. In modo particolare si tratta di un’area di circa 20mila mq immersa nella campagna, sulla sommità di una collina, ricca di flora e fauna di pregio.

Il progetto che interessa il lago Lucone è ora in fase di studio avanzato. Sono già stati richiesti alcuni preventivi di spesa e per attirare l’attenzione pubblica sul sito sta per essere avviata a livello internazionale una campagna promozionale con l’obiettivo sia di far conoscere l’area ai futuri visitatori sia di procacciare risorse economiche che potrebbero rivelarsi di fondamentale importanza per la realizzazione del progetto.