NAVE – Fermato un bengalese per furto e violenze

0

Il 29 ottobre scorso, dopo alcune indagini partite dalla denuncia presentata da una 33enne pakistana, i carabinieri di Nave hanno arrestato per tentata violenza sessuale, lesioni personali e furto, A. S., 29enne del Bangladesh, già residente a Lumezzane ma domiciliato a Brescia, noto alle Forze di Polizia e con regolare permesso di soggiorno. L’uomo, il 14 settembre scorso, si era presentato nella casa della donna, sua conoscente, dove era riuscito a restare da solo rubando monili d’oro per un valore di circa 12 mila euro.

Non contento di quanto aveva fatto, quando la donna è rincasata, l’ha aggredita tentando di violentarla colpendola ripetutamente al volto e sulle gambe con una prognosi di dieci giorni confermata dall’ospedale Civile di Brescia. Le immediate indagini hanno consentito di rintracciare l’autore dei reati individuando il suo domicilio in città visto che a Lumezzane era stato cancellato dalla popolazione residente in quanto non era mai reperibile.

Durante la perquisizione, disposta dall’autorità giudiziaria concordando con le risultanze investigative dell’Arma, sono stati trovati alcuni monili d’oro riconosciuti dalla vittima. L’uomo è stato quindi fermato dalla Polizia Giudiziaria prima che scappasse per il Pakistan visto che aveva in mano un biglietto aereo per il 5 novembre. Ora si trova nella Casa Circondariale di Brescia a disposizione dell’autorità.