BRESCIA – Federconsumatori chiede l’Imu semplice

0

L’Imu per essere una tassa meno odiosa dovrebbe:

– essere applicata con la riforma del catasto per rendere equi i valori immobiliari;

– lasciare tutto il gettito ai Comuni, in sostituzione di altri trasferimenti dallo Stato;

-differenziare fortemente le aliquote per considerare le diverse situazioni dei cittadini (prima casa unica, più immobili posseduti, immobili locati in modo agevolato piuttosto che in forma libera, concessioni gratuite, ecc).

Invece, si parla solo di spostare il pagamento o di altre disfunzioni minori. I comuni bresciani, per evitare che i cittadini ammattiscano nella confusione gestionale, fornendo loro un servizio reale, in una situazione di caos per ritardate delibere, deduzioni incomprensibili e dichiarazioni che non arrivano, facciano l’unica cosa intelligente e che è possibile fare: spediscano a casa il bollettino già compilato, riportando l’importo da pagare. Solo così, in una situazione di caos e di ingiustizia, si rende almeno un servizio ai cittadini e alle famiglie.

Fonte: Federconsumatori