SONDRIO – Riapertura a Verceia: taglio del nastro per la Galleria di Mina

0

La Galleria di Mina di San fedele di Verceia (SO), è stata realizzata tra il 1916 e il 1917, è un’opera di sbarramento del passaggio della Strada dello Spluga e della ferrovia della Valchiavenna, in corrispondenza della galleria di scavo scavata nella roccia di San Fedele che si getta nel Lago di Mezzola.
Sono in tutto 200 metri, caratterizzati da sedici pozzi di mina, un pozzo di prelievo, sei camere, quattro cisterne, tre condotti di aerazione.
L’opera è molto importante poiché sta  a caratterizzare un raro esempio di architettura militare, costruita durante la Prima Guerra Mondiale, è un reperto storico e architettonico di grande rilevanza storica e artistica.

In seguito ad un intervento di restauro, realizzato dalla Comunità Montana della Valchiavenna la Galleria viene riaperta al pubblico.

L’intervento è stato compiuto all’interno del “Progetto For.ti Linea Cadorna” sviluppato nell’ambito Interreg IIIA e nel “Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Svizzera 2007-2013” con la collaborazione di ERSAF Lombardia e del Comune di Verceia.
Domani, sabato 27 ottobre, si terrà la cerimonia di apertura, con il taglio del nastro che avverrà alle 11.30, di fronte alla presenza delle autorità.

Alle 12 è in programma un aperitivo a base di prodotti tipici e dalle 15 alle 16, si terranno visite guidate presso la Galleria di Mina, curate dal Museo della Guerra Bianca.

Per ulteriori informazioni consultare il sito: www.museoguerrabianca.it.