MARMENTINO – Biblioteca e ambulatorio, domani il taglio del nastro

0

Si inaugura domani, sabato 27 ottobre, il nuovo complesso di edilizia residenziale pubblica, nell’edificio ex Aler dell’ex scuola materna, realizzato con il contributo della Regione Lombardia. Il complesso ospiterà, al piano terra, la nuova sede dell’ambulatorio medico e della biblioteca comunale. Si configura in questo modo la realizzazione di un vero centro di servizi, riferimento per tutta la cittadinanza. La biblioteca come punto di prestito comunale, gestita con modalità automatizzate, completamente accessibile, è dotata di nuovi e moderni arredi e di due postazioni informatiche, di cui una dedicata all’utenza.

Sono inoltre presenti uno spazio per bambini con arredi dedicati e un tavolo con quattro posti a sedere per attività di consultazione, studio e ricerca. Il patrimonio, catalogato dal Centro Operativo del Sistema bibliotecario della Valtrompia e dal Centro di catalogazione provinciale, è ricercabile attraverso il rinnovato OPAC raggiungibile all’indirizzo internet. L’iscrizione alla biblioteca è gratuita e consente di accedere a una serie di servizi. In particolare, da settembre, grazie al nuovo software gestionale della rete provinciale (ClavisNG) è possibile prenotare anche da casa, via internet, i libri e i dvd di cui si necessita, controllando lo stato del prestito e la data di arrivo in caso di prestiti interbibliotecari.

E’ inoltre possibile richiedere l’iscrizione al Media Library On Line, il servizio che consente di scaricare gratuitamente musica (tre mp3 a settimana del catalogo Sony e Freegal) e ottenere il prestito a tempo di due ebook al mese, oltre che consultare online oltre 1.000 quotidiani e periodici nazionali ed esteri e accedere ad un servizio di rassegna stampa locale. La nuova biblioteca, attiva in via Santellone 7 (tel. 030.9228202 e mail), sarà aperta il martedì dalle 20 alle 22, giovedì dalle 15 alle 17 e sabato dalle 10 alle 12. Il programma della giornata prevede alle 11 il taglio del nastro con le autorità, nel pomeriggio dalle 15 ale 17,30 la presentazione dei nuovi servizi dell’Opac, la campagna “Nati per leggere” con la consegna della scatola di benvenuto ai nuovi nati a Marmentino nel 2010-11. Infine, spazio all’attività di promozione alla lettura per i bambini dai 5 ai 10 anni con il cesto delle storie.

La biblioteca, istituita con la delibera n. 150 del 23 marzo 1973, contava nel 1983 un patrimonio di circa 400 volumi. Attualmente è punto di servizio del Sistema della Comunità montana della Valtrompia e fa parte della Rete Bibliotecaria Bresciana. Gestita dal 2009 con personale qualificato affiancato da volontari, è oggi dotata di un patrimonio di oltre 3 mila volumi per una popolazione di circa 700 unità. Nel corso del 2011 gli iscritti attivi al servizio sono stati 127 per un totale di 1.950 prestiti complessivi (di cui 390 prestiti interbibliotecari). Gli indicatori di funzionamento sono quindi soddisfacenti: l’impatto del servizio sulla popolazione (iscritti attivi su abitanti per 100) è pari al 18%. Con la messa a disposizione della nuova sede, luminosa e accogliente, si auspica una ulteriore crescita dell’utilizzo del servizio da parte della popolazione e il rafforzamento del già stretto rapporto con la locale scuola primaria “N. Tartaglia”.

Attualmente è in corso l’etichettatura del patrimonio con codice a barre, al fine di rendere più rapide e precise tutte le operazioni gestionali (ricerca, prestito locale e interbibliotecario, sollecito dei documenti). Al fine di mantenere il patrimonio sempre aggiornato, entro la fine dell’anno è previsto l’acquisto di nuovi documenti sia per adulti che per ragazzi, per una spesa complessiva di circa 1.000 euro. In un’ottica di cooperazione e di sviluppo sinergico dei servizi culturali della valle, ogni punto di prestito del Sistema è gemellato con una biblioteca significativa, chiamata, in collaborazione con il Sistema stesso, a seguire e sostenere lo sviluppo e il funzionamento del punto di servizio attraverso attività di consulenza biblioteconomia. Marmentino è gemellato con la biblioteca di Nave, principale riferimento per il prestito bibliotecario e la realizzazione di scaffali tematici.