BRESCIA – Svolta nell’omicidio di Giovanni Ragnoli, arrestate due persone

0

I Carabinieri del comando provinciale di Brescia, dopo una prolungata e articolata attività investigativa, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Brescia nei confronti di due persone ritenute responsabili, a vario titolo, dell’omicidio di Giovanni Carlo Ragnoli.

Era il primo pomeriggio del 6 gennaio 2005 quando un uomo si era presentato a Roncadelle alla porta di Ragnoli, ultrà del Brescia Calcio e all’epoca dei fatti agli arresti domiciliari, esplodendogli contro sei colpi di pistola. La vittima colpita al torace, all’addome e a una gamba era morta poco dopo l’arrivo dei soccorsi.

Le indagini condotte dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Brescia, sotto il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura, hanno consentito, dopo sette anni, di chiudere il cerchio intorno a quelli che sono risultati essere il mandante e l’esecutore materiale dell’efferato omicidio. I particolari dell’operazione saranno resi noti in una conferenza stampa convocata oggi alle 12 alla Procura della Repubblica di Brescia.