LUMEZZANE – Terza vittoria consecutiva per il Rugby Lumezzane

0

Risultato finale
Rugby Lume 31 – Rugby Botticino 17

Lumezzane: 15 Raza, 11 Piccini, 13 Scaramella, 12 Gabba, 14 Cudicio, 10 Locatelli, 9 Pagliarini, 8 Cuello, 7 G. Cropelli, 6 Saleri, 5 Scotuzzi, 4 A. Cropelli, 3 Cerri, 2 Cairo, 1 Larosa,
A disposizione: 16 Zappia, 17 Peveroni, 18 Leone 19 Bodei, 20 Cavagna, 21 Prandini, 22 Aliprandi

Botticino: 15 Vaccari, 14 Piscitelli, 13 Costantini, 12 Letinic, 11 Mino, 10 Bellini, 9 Franzoni, 8 Mancini, 7 Taglietti, 6 Salvi, 5 Soldi, 4 Sucevic, 3 Rizzetti, 2 Di Salvatore, 1 Rodolfi ,
A disposizione: 16 Fontana, 17 Cudicio, 18 Busi, 19 Zani, 20 Damonti, 21 Pomentale, 22 Signorini

Una partita tutt’altro che facile è stata quella vinta dal Rugby Lumezzane contro la squadra del Botticino. L’eccesiva tensione emotiva, respirata in campo, ha influenzato negativamente le capacità dei giocatori del Lumezzane, che hanno così commesso frequenti errori, condizionando la propria riorganizzazione offensiva, dovuta anche ai frequenti calci di spostamento di Bellini e compagni. Fortunatamente una volta prese le misure in touche, il Lumezzane ha provato a ripartire, commettendo purtroppo ancora qualche errore, avvantaggiando gli avversari, che non si sono fatti pregare per rendergli la vita difficile.

Questo il commento dell’allenatore dei RossoBlu Nevio Tiburzio Pasotti: “La paura di sbagliare ha limitato la voglia di provare a fare qualcosa in più, che è sicuramente nelle potenzialità della squadra. Dovremmo poi abituarci a gestire la tensione con maggior cinismo e furore agonistico. Comunque bene così -continua l’allenatore- due dei dieci derby, che dovremo disputare nell’arco della stagione tra andata e ritorno, li abbiamo vinti“. I ragazzi del Rugby Lumezzane potranno adesso sfruttare il turno di riposo che li aspetta, in modo tale da lavorare su specifiche situazioni che domenica potevano costare loro molto caro.

Anche l’Under 23 ha giocano in casa, ma purtroppo si è fatta rimontare fino al pareggio da un tenace Varese. Dopo la sconfitta con il Brescia e la vittoria con il Mantova, arriva il pareggio che lascia un forte rammarico, in quanto il  primo tempo si era chiuso con il punteggio di 17 a 3 per il Lumezzane. Forse qualche giocatore si è accontentato e ha pensato di avere la partita in tasca, mentre gli avversari non si sono arresi. L’allenatore lumezzanese spera che la lezione sia servita, ricordando ai suoi ragazzi che la partita finisce quando l’arbitro fa i tre fischi.

GUARDA LE AZIONI SALIENTI E IL DOPO PARTITA