LONATO – Rinvenuto un rifugio antiaereo sotterraneo della X Mas

0

Importante scoperta da parte del consorzio di ricerca che studia il sottosuolo della cittadella gardesana: nei giorni scorsi, il gruppo di esploratori ha scoperto sotto le colline della frazione di San Polo, sita al confine con Castiglione delle Stiviere, una galleria di mattoni in ottimo stato di conservazione, galleria che si ipotizza sia stata un rifugio antiaereo sotterraneo della X Mas. Tale tesi, che sembra al momento essere la più accreditata, trova conferma nella circostanza che nei pressi del rifugio sorgeva Villa Scalvini, che ospitò il ministero della Marina della Repubblica Sociale di Salò e, appunto, la X Mas.

Notevole è il valore storico della scoperta, che conferma l’importanza strategica di Lonato del Garda nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Non è poi da escludersi che nel territorio della cittadina possano esserci altri rifugi non ancora scoperti.

Va poi ricordato che la Fondazione Ugo Da Como ha concesso l’autorizzazione per le ricerche alla Rocca Viscontea, luogo in cui nel prossimo periodo saranno organizzate delle esplorazioni con discesa nei tunnel. Il progetto verrà condotto con perizia e grande professionalità da un consorzio di ricerca formato dal gruppo ‘Xplora’, gruppo di cui fa parte lo studioso di Desenzano del Garda Armando Bellelli, dal ‘Theses’ di Vercelli e dal gruppo speleologico esplorativo ‘Geographical Research’. Il nuovo progetto di ricerca e studio, definito ‘Lonato sotterranea’, si prefigge come obiettivo quello di esplorare, studiare, documentare e valorizzare cunicoli, gallerie, passaggi segreti ed ambienti ipogei che si trovano nel sottosuolo del paese.

In questo momento il progetto ‘Lonato Sotterranea’ è ancora in fase iniziale, giacché gli studiosi stanno per ora cercando di raccogliere più informazioni possibili, sia da fonti storiche che da segnalazioni di soggetti privati. Sono già stati effettuati alcuni primi sopralluoghi ed esplorazioni, con risultati decisamente incoraggianti ed importanti.  Muniti di georadar, nei prossimi giorni gli studiosi scandaglieremo l’intera struttura della Rocca Viscontea ed esploreremo le grandi cisterne e i profondi pozzi, le cannoniere, le casamatte e i camminamenti coperti, documentando il tutto.

Chiunque volesse segnalare qualche informazione riguardo gli abissi oscuri ed inesplorati di Lonato potrà farlo scrivendo all’indirizzo e-mail lapolada@yahoo.it.