DESENZANO – Servizio mensa: si attende la pronuncia del Tar

0

A fine primavera il Comune di Desenzano del Garda aveva bandito una gara d’appalto per l’affidamento della fornitura di pasti ai bambini delle scuole dell’infanzia e dell’obbligo, agli anziani dei centri sociali e del servizio e domicilio, a quanti frequentano il Centro di aggregazione giovanile, centri ricreativi estivi e ai disabili dell’Anfass.

Lo scorso anno i pasti erogati sono stati ben 225mila, di cui 167mila per le scuole. Così l’appalto, della durata di quattro anni, aveva un valore di 4.468.894 più Iva. Tre aziende avevano presentato le loro offerte e ad aggiudicarsi la gara era stata la ditta Euroristorazione di Torre di Quartesolo (Vicenza). Tuttavia la società Copra Elior spa ha proposto ricorso al Tar, contestando la validità dell’aggiudicazione: in modo particolare sosteneva che la seconda riunione della Commissione di gara per la valutazione delle offerte non era avvenuta in seduta pubblica. Il Tar, al fine di meglio valutare la vicenda, aveva chiesto al Comune di produrre gli originali delle buste contenenti le offerte tecniche e nei giorni scorsi sul sito internet del Tribunale amministrativo l’esito del ricorso risultava negativo. Tuttavia nei giorni successivi la dicitura ‘respinto’ è stata sostituita da ‘istruttoria, camera di consiglio il 24 ottobre’.

La decisione sull’accoglimento dell’istanza cautelare è stata, dunque, rinviata al 24 ottobre e per il momento l’affidamento dell’appalto resta sospeso.