CASTEGNATO – Riforma del mercato del lavoro: le novità e le ricadute sull’occupazione

0

Il convegno è promosso da Confartigianato Imprese Unione di Brescia. Eugenio Massetti, che è presidente provinciale e vice regionale di Confartigianato dice : “Diverse forme di pressione hanno ridotto il positivo impatto che la riforma poteva avere sul mondo del lavoro” e annuncia che “le disposizioni per la riforma del mercato del lavoro adottati dal governo in una prospettiva di crescita: saranno questi i temi al centro del convegno “Riforma del mercato del lavoro: le novità e le ricadute sull’occupazione” promosso da Confartigianato Imprese Unione di Brescia, con il patrocinio del Comune di Castegnato, in programma per giovedì 25 ottobre” Il convegno si terrà alle ore 20.30 presso la Sala delle Conferenze del Centro Civico del paese franciacortino in via Marconi 2/c.

L’incontro vedrà la partecipazione di Eugenio Massetti, Presidente di Confartigianato Brescia, Michele Turrini, Responsabile Settore Lavoro di Confartigianato Brescia, Paolo Reboni, Segretario CISL Brescia, Giuseppe Orizio, Sindaco di Castegnato, e Giovanni Rolfi, delegato del locale Mandamento di Confartigianato, che tratteranno dei provvedimenti sulle forme contrattuali, sulla disciplina dei licenziamenti, sul nuovo sistema di ammortizzatori sociali e sulle politiche attive del lavoro, nonché delle criticità riscontrate nella nuova normativa legate alla flessibilità del mercato del lavoro.

“Questi temi – sottolinea il presidente Massetti – rivestono una fondamentale importanza per il mondo del lavoro, soprattutto adesso, con le aziende che stanno affrontando un trimestre difficile quanto i precedenti con in più diverse novità, non tutte positive, sul fronte fiscale. I cambiamenti e le innovazioni approvate dal Parlamento in una prospettiva di crescita del mercato del lavoro partivano da basi più che buone, ma sono state influenzate da diversi fattori interni ed esterni che ne hanno attenuato la forza. Il nodo da sciogliere ora è però quello del costo del lavoro: più è elevato, più i nostri prodotti perdono competitività e fette di mercato. Se una ditta non vende, alla fine è costretta a chiudere ed allora non rimane nulla da tutelare”.

La locandina Convegno_Castegnato