LUMEZZANE – Apre la nuova sede del Mosaico: servizi sociali al prossimo

0

Domani, sabato 20 ottobre alle ore 16, in via Montini 151 nella frazione di Sant’Apollonio, sarà inaugurata la nuova sede della cooperativa sociale “Il Mosaico” concessa dal Comune e ristrutturata grazie anche al contributo della Fondazione della Comunità Bresciana.

Al taglio del nastro sono attesi il sindaco Silverio Vivenzi, l’assessore ai Servizi sociali Fausto Pasotti, il presidente del Consorzio Valli Gianfranco Bergamaschi, il parroco di San Sebastiano don Giulio Gatteri e la presidente della cooperativa Serafina Medaglia. I locali della nuova sede (quella precedente era in via Mazzini a San Sebastiano) sono stati concessi dal Comune che ha messo a disposizione un bene sequestrato e confiscato e poi ristrutturati grazie anche a un contributo nell’ambito del bando Creberg.

Lo svolgimento di iniziative di utilità sociale all’interno di questo contesto rappresenta un valore aggiunto per la cooperativa e per l’intera comunità. La sede dispone di spazi che, oltre allo svolgimento dell’attività amministrativa, permettono le riunioni delle équipe e l’accoglienza degli utenti dei servizi.

I nuovi spazi consentiranno di potenziare la capacità d’intervento della cooperativa, con l’apertura di uno studio adibito a consulenza e psicoterapia e una sala riunioni a disposizione dei gruppi della Consulta Permanente del Sociale valgobbina. “Il Mosaico” nasce a Lumezzane nel 1991 inizialmente per rispondere alle esigenze create dal fenomeno migratorio che, in quegli anni, cominciava a interessare il territorio. L’attività della cooperativa è cresciuta nel tempo, fino ad arrivare a offrire molti servizi, attraverso i quali è presente con un’attenzione particolare alla fasce più deboli. Sono tre le attuali aree d’intervento.

Minori, giovani e famiglie: centri di aggregazione giovanile, progetti educativi e animativi, Servizio Educativo Domiciliare, laboratori educativi nella scuola, formazione, consulenza e  psicoterapia.

Immigrazione: Servizio di ascolto, Housing Sociale, Counseling interculturale ed Etnoclinica, Accoglienza richiedenti asilo politico.

Intercultura: progetti di educazione interculturale, animazione, letture teatralizzate in doppia lingua, percorsi territoriali d’integrazione, formazione e consulenza.

INVITO ALL’INAUGURAZIONE