GARDONE – Il Comune vende immobili per far cassa

0

Saranno alienati, tramite un’asta pubblica, l’immobile che ospitava la sede dell’Enel e quello inserito nell’area di via Giusti. Così la città gardonese intende reperire le risorse finanziarie che destinerà a tre importanti progetti: il recupero della Malga Lividino, la sistemazione della strada che da Magno collega a Caregno e partecipare, infine, a un progetto del Gal Golem.

L’assessore Fausto Gamba ricorda che i due bandi riguardano l’edificio ex Enel composto da ben 1.000 metri quadri dei quali 70 edificabili, mentre in via Giusti si mette in vendita un’area di 600 metri quadri di cui 420 da costruire. Complessivamente l’alienazione di tali beni dovrebbe portare nelle casse comunali la bella cifra di 590 mila euro.

Parte delle risorse sarà utilizzata per l’installazione di cartelli infopoint e zone di sosta nell’ambito di un progetto coperto al 90% dal Gal Golem e sarà quindi sistemata l’asfaltatura, compresi i lavori di tubature dell’acqua ecc., della strada che porta ai Piani di Caregno e sarà inoltre interamente riqualificata la Malga Lividino. Nel progetto rientrano anche interventi di recupero nel centro storico di Gardone.