BRESCIA – Il Festival di Ghedi guarda alla finale. In dieci verso la gloria

0

Il Festival di Ghedi, da tredici anni organizzato da “Music Association”, sta per entrare nel vivo. Ospite d’onore per la finalissima del 20 ottobre sarà Marco Carta, vincitore del talent show “Amici” nel 2008 e poi del Festival di Sanremo nel 2009, che offrirà al pubblico alcuni suoi brani dal vivo. Carta non sarà l’unico ospite di questa edizione: nella “serata speciale Sanremo”, venerdì 19 ottobre dalle 20,45 a Montirone saranno presenti cinque “big” della musica italiana, che si sono già esibiti sul palco del Teatro Ariston: Mariella Nava, Andrea Mirò, Simone, i Sonohra e Paolo Vallesi.

A Montirone, grazie alla nuova collaborazione con il Comune, l’evento si terrà nella sala polivalente Sicomoro (costo d’ingresso 10 euro). Durante la serata i finalisti duetteranno fuori concorso con i “colleghi” che hanno già calcato il palco dell’Ariston. Finalissima, invece, la sera successiva al Palabrescia di via San Zeno dove i dieci finalisti del Festival si esibiranno con un brano inedito e una versione ridotta di una cover a loro scelta, accompagnati dalla band dal vivo composta da Paolo Zanetti e Mattia Tedesco (chitarra), dal batterista Pietro Pizzi, Antonio Petruzzelli al basso, Andrea Pollone e Francesco Luppi (piano e tastiere). A loro si aggiungerà per la prima volta il quartetto d’archi con Federica Quaranta e Lino Megni (violino), Luigi Andreoli alla viola e il violoncellista Marco Zante. Presenta la serata Alex Rusconi. Per la serata al Palabrescia il ticket d’ingresso costa 15 euro, entrata gratuita per gli under 16.

L’evento ha il patrocinio del Comune di Brescia, della Provincia e dei Comuni di Ghedi e Montirone. Info e prenotazione biglietti al 334.5874992 (Sara). Dei 41 cantanti ammessi alla semifinale del 23 settembre scorso a Ghedi, sono rimasti in dieci. E saranno loro ad accedere alla finalissima di sabato 20 ottobre. Ecco i nomi dei dieci finalisti che riproporranno il loro inedito: Alberto Galuppini (Galup) di Brescia, Chiara Beltrame (Cli) di Padova, Adolfo Durante di Mantova, Michela Giuliano di Brescia, Vito Fasano di Brindisi, Gulia Dagani (Giuliette) di Cremona, Fabio Minelli (No face) di  Brescia, Martina Ardizzoni di Bologna, Roberto Galanto di Bari e Chiara Marzaroli (Keya) di Brescia.

Di alto livello la gara, da sempre fiore all’occhiello della manifestazione. La “giuria” anche quest’anno è composta da un pool di nomi importanti del panorama musicale italiano: Tony Vandoni (direttore artistico di Radio Italia), Marco Ragusa (Warner Chappell Music italiana), Roberto Rossi (Sony Music) e Diego Calvetti (autore, produttore e arrangiatore). La manifestazione si distingue anche per i premi dal risvolto “formativo”. “Il vincitore – ha dichiarato ancora il presidente di Music Association, Paolo Gatti – vedrà prodotto un suo singolo e godrà della partecipazione al tour Radio Bruno Estate 2012”.

Più i premi speciali: “un contratto editoriale di un anno con la Warner Chappell Music Italiana, un premio speciale Radio Bruno ovvero il passaggio radiofonico del brano, e un riconoscimento speciale Usong.it con l’iscrizione gratuita per un anno al portale dedicato agli autori musicali. Il vincitore – ha precisato il direttore artistico di Warner Chappell, Marco Ragusa – potrà lavorare per un anno, in modo professionale, a fianco dei nostri autori già dal giorno dopo il festival” e potrebbe accadere come al primo classificato del festival di Ghedi 2009, Fabio Campedelli, di scrivere una canzone per Alessandra Amoroso.