DESENZANO – Nel Garda il cadavere di una donna

0

Domenica mattina, attorno alle ore 9, nelle acque del lungolago Cesare Battisti è stato recuperato un cadavere. L’allarme al 118 è stato lanciato da alcuni passanti, che hanno visto galleggiare un corpo vestito.

I Carabinieri di Desenzano sono tempestivamente intervenuti sul posto: il cadavere, recuperato grazie all’ausilio dei Vigili del Fuoco e della Guardia Costiera, era di una donna, ma non aveva con sé documenti o altri elementi utili per risalire alla sua identità. Ulteriori verifiche, compiute in concerto con le altre stazioni del Garda, sponda veronese compresa, hanno consentito di risalire alle generalità della donna: dopo aver vagliato varie segnalazioni arrivate in caserma, il capitano Fabrizio Massimi e la sua squadra sono riusciti a dare un nome al cadavere rivenuto.

Si tratta di una donna di Chiari di 48 anni, che da tempo viveva sul Garda dopo essersi separata dal coniuge. A riconoscere il cadavere, sul quale non sono stati trovati segni di lesioni, è stato proprio l’ex marito.