GARDA – Edilizia scolastica: scuole in pericolo

0

Nei giorni scorsi la commissione provinciale ha fatto il punto della situazione su un tema particolarmente sentito, quello cioè della sicurezza delle strutture scolastiche.

Numerose scuole bresciane, circa una dozzina, infatti, necessitano di interventi urgenti di manutenzione, riqualificazione e adeguamento, ma i fondi scarseggiano. Con 10 milioni di trasferimenti in meno quest’anno e 20 l’anno prossimo non è possibile investire in studi preliminari volti ad accertare il grado di vulnerabilità degli edifici scolastici ai terremoti e restano, pertanto, fuori portata eventuali progetti esecutivi. “Ci vorrebbero centinaia di migliaia di euro per fabbricato ed è impossibile pensarci” è stato detto.

A correre maggiori rischi sono proprio le scuole gardesane, giacché alcuni edifici del suo territorio sono stati inseriti nella zona di rischio 2 e richiedono l’analisi in dettaglio imposta dalla Regione. Dove verranno trovati i fondi per farlo non si sa, giacché il costo di uno studio dettagliato si stima ammonterebbe ad una somma compresa fra i 50 e i 60 mila euro. La Regione, dal suo canto, non chiarisce come procedere. Nel frattempo, grazie alla collaborazione dell’Ordine degli ingegneri, entro la fine dell’anno partirà il primo incarico per gli studi preliminari sulle due scuole bresciane più a rischio.