LONATO – Il Gruppo Feralpi a gonfie vele

0

A Riesa, in Germania, è stata nei giorni scorsi celebrata la cerimonia per i vent’anni dell’acquisizione della storica Esf, fondata nel 1843 e andata in difficoltà dopo il crollo del muro di Berlino. Oggi l’azienda tedesca, ribattezzata ‘Feralpi Stahl’, è divenuta il fiore all’occhiello del colosso siderurgico della Feralpi, contribuendo al 50% del fatturato del gruppo di Lonato del Garda.

“L’acquisto di Esf è stata la nostra più grande sfida, ma oggi dimostriamo di averla vinta – ha detto il presidente del gruppo Feralpi, Giuseppe Pasini -. L’abbiamo rilevata quando era praticamente in liquidazione, con l’obiettivo di dare lavoro a 320 persone e produrre 500 mila tonnellate di acciaio all’anno. Ora abbiamo più di 600 dipendenti, immettiamo sul mercato il doppio di quanto preventivato. Le regole non sono più facili, ma è che c’è una cultura d’impresa più avanzata che, unita al minor costo delle materie prime e al fatto che economicamente il Paese non si è mai fermato, ha reso la nostra scelta vincente”.

La cerimonia svoltasi in Germania, alla presenza del ministro dell’economia della Sassonia Sven Morlok, dell’ambasciatore d’Italia a Berlino Elio Menzione e del presidente della Wirtshaftsvereinigung Stahl, Hans Kerkhoff, è stata anche l’occasione per formalizzare il gemellaggio tra i Comuni di Riesa e Lonato del Garda. Un’alleanza che porta la firma dei sindaci Gerti Topfer e Mario Bocchio e che trova piena espressione nella tradizione industriale del gruppo Feralpi.