MONTICHIARI – Reas a forza 1500. Nell’emergenza entrano 340 nuove leve

0

E’ terminato con successo il Reas 2012 Salone dell’emergenza. E’ un appuntamento annuale al Centro Fiera di Montichiari. A oltre dieci anni dalla prima edizione questa manifestazione rappresenta un significativo punto di incontro delle istituzioni quali il volontariato, che operano nel “sistema” della Protezione civile, con le aziende di settore. E’ questo un “evento straordinario” legato alla prevenzione e alla sicurezza, obiettivi che noi bresciani dobbiamo perseguire con forza e tenacia.

Il nodo centrale è quello di creare e diffondere una “cultura della prevenzione e della sicurezza”, considerare la sicurezza un valore sociale. Tanti gli appuntamenti nella tre giorni, dalle numerose dimostrazioni di antincendio boschivo e cinofili, ai corsi di specializzazione. Nel pomeriggio di sabato la visita dell’assessore Regionale alla Polizia locale e Protezione civile Romano La Russa che ha passato la giornata tra gli stand della Fiera e i tanti volontari presenti. Ieri mattina ha preso invece il via la sessione autunnale del corso base abilitante che ha visto la presenza di oltre 350 nuovi volontari.

Si aggiungono ai 4.500 circa già presenti in Provincia di Brescia e iscritte all’Albo della Protezione Civile provinciale. L’assessore Fabio Mandelli commenta così questo nuovo successo bresciano. “Questo è un ottimo risultato per la nostra provincia. E’ la dimostrazione della generosità costante dei bresciani, della voglia di mettersi a disposizione della comunità e dell’impegno quotidiano per la Protezione Civile. Questi nuovi volontari sono un importante segnale – prosegue  Mandelli – poiché stiamo investendo molto per il reclutamento e per la loro formazione, affinché diffondano con professionalità la cultura della prevenzione e della sicurezza, in classe tra gli studenti, come tra gli amici al bar.

Essere volontari significa rappresentare un ente ed esserne all’altezza in qualsiasi evenienza. Voglio augurare buon lavoro – conclude – a tutti i nuovi volontari e alle nuove organizzazioni affinché possano imparare, nel migliore dei modi, le tecniche ma soprattutto facciano propri i valori che caratterizzano la comunità della Protezione civile bresciana». Sempre ieri mattina si è tenuta l’assemblea tra l’assessorato e i rappresentati delle organizzazioni di volontariato provinciali. Oltre ai consueti aggiornamenti si è trattato delle modificazioni normative intervenute e soprattutto sono stati ascoltati i due rappresentanti bresciani della Consulta Regionale del Volontariato, Lelio Giovanessi ed Enio Bertoglio.

“In ambito regionale si è deciso di articolare l’attività propositiva del volontariato istituendo delle sottocommissioni per affrontare le problematiche” riferisce Lelio Govanessi di Sevac Concesio. “Sono stati richiesti interventi affinché la formazione sia più professionalizzante e meno burocratica” sottolinea Enio Bertoglio di Copcr Roncadelle”. I prossimi appuntamenti a partire da gennaio con una programmazione di incontri periodici su tutto il territorio provinciale per discutere delle diverse problematiche.

Fonte: Assessorato Protezione civile – Provincia Brescia