BOTTICINO – “Al cinema con… tè”, in scena film, pasticcini e bus navetta

0

Il Comune di Botticino, con il contributo di Fondazione Cariplo e CentroLucia Botticino Servizi srl, in collaborazione con Auser e le associazioni del territorio, promuove “Al cinema con.. tè”, rassegna cinematografica in quattro appuntamenti.

Durante il primo incontro, in programma per domani, 9 ottobre, andrà in scena “Monsieur Lazhar”, di Philippe Falardeau, con Mohamed Fellag, Sophie Nélisse, Émilien Néron, Brigitte Poupart, Danielle Proulx, Louis Champagne, Francine Ruel, Jules Philip, Sophie Sanscartier, Seddik Benslimane.

Il film, drammatico, è ambientato in una scuola elementare di Montreal, dove un’insegnante muore tragicamente. Avendo letto la notizia sul giornale, Bachir Lazhar, un immigrato algerino di 55 anni, si presenta nella scuola per offrirsi come supplente. Poco a poco Bachir impara a conoscere il suo gruppo di bambini scossi, ma attenti. Mentre la classe inizia il processo di guarigione, nessuno nella scuola è a conoscenza del passato doloroso di Bachir; nessuno sospetta che è a rischio espulsione dal paese in qualsiasi momento…

Martedì 30 ottobre sarà proiettato “E’ stato il figlio”, di Daniele Ciprì. Il racconto viene narrato in un tempo futuro, all’interno di un ufficio postale, in un giorno come tanti. E’ un signore trasandato di nome Busu, ad introdurre la storia della famiglia Ciraulo, come le altre microstorie che di giorno in giorno racconta per uccidere il tempo che  consuma la sua solitudine. C’è chi lo ascolta, c’è chi invece ad un certo punto si stanca e va via, lasciandolo solo in quella interminabile giornata d’inverno…

Martedì 13 novembre il programma prevede invece la proiezione di “Gli equilibristi”: Giulio ha quarant’anni e una vita apparentemente tranquilla. Una casa in affitto, un posto fisso, un’auto acquistata a rate, una figlia ribelle ma simpatica e un bimbo dolce e sognatore, una moglie che ama e che tradisce. Giulio viene scoperto e lasciato e la sua favola improvvisamente crolla. Ma cosa accade ad una coppia che ai nostri giorni “osa” separarsi?

Martedì 27 novembre toccherà a “La bella addormentata”: un senatore deve scegliere se votare per una legge che va contro la sua coscienza o non votarla, disubbidendo alla disciplina del partito, mentre sua figlia Maria, attivista del movimento per la vita, manifesta davanti alla clinica dove è ricoverata Eluana.Roberto, con il fratello, è schierato nell’opposto fronte laico. Un “nemico” di cui Maria si innamora. Altrove, una grande attrice cerca nella fede e nel miracolo la guarigione della figlia, da anni in coma irreversibile, sacrificando così il rapporto con il figlio. Infine la disperata Rossa che vuole morire, ma un giovane medico di nome Pallido si oppone con tutte le forze al suo suicidio. E contro ogni aspettativa, alla fine del film, un risveglio alla vita…

Tutti i film verranno proiettati al Teatro del Centro Lucia alle ore 15, ed il costo del biglietto, pari a 3 euro, è comprensivo di ingresso, tè e pasticcini.

Sarà inoltre possibile, per chiunque fosse interessato alla proiezione pomeridiana, raggiungere il teatro, sito in via Longhetta a Botticino Sera, con un bus navetta gratuito: la prima fermata sarà all’Oratorio di San Gallo alle 14:15; il bus fermerà poi a Trinità – San Gallo alle 14:25, in piazza Aldo Moro a Botticino Mattina alle 14:30, alla Basilica di Santa Maria Assunta a Botticino Sera alle 14:45.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al Teatro del Centro Lucia, al numero 030.2197463.