BRESCIA – Giornate europee da record con Palazzo Martinengo

0

In occasione delle giornate europee del Patrimonio che si sono svolte nell’ultimo weekend di settembre, Palazzo Martinengo è stato teatro di una serie di eventi che hanno avuto un grande successo di pubblico: 277 visitatori nella giornata di sabato e 443 domenica.

Palazzo Martinengo

“Anche via Musei, solitamente molto riservata e silenziosa, si è animata di famiglie desiderose di scoprire beni culturali cittadini in percorsi diversi da quelli abitualmente proposti” ricorda l’assessore Silvia Razzi che si compiace per il successo ottenuto dalla prestigiosa sede che ospita l’assessorato alla Cultura e al Turismo della Provincia di Brescia.

Grazie ai volontari per il patrimonio culturale del Touring Club Italiano, che da tempo collaborano con l’assessorato, infatti, era aperto gratuitamente il percorso archeologico “Le città nella città”, itinerario negli ambienti sotterranei di Palazzo Martinengo che permette al visitatore di cogliere le diverse e complesse vicende edilizie susseguitesi tra l’Età del Ferro, l’Epoca Romana, l’Età Tardo repubblicana, Augustea, Flavia e il Medioevo. I numerosi visitatori sono stati allietati dalla musica dei ragazzi dell’Associazione Sonorità del Liceo Veronica Gambara, circa 25 allievi di tre classi, che hanno dato prova di grande bravura e versatilità.

Parallelamente all’apertura del percorso archeologico, presso le sale espositive di Palazzo Martinengo, era visitabile anche la mostra “Misure d’infinito”, curata da Paolo Bolpagni e organizzata dall’Ufficio Oratori della Diocesi di Brescia e dalla Fondazione Provincia di Brescia Eventi. La mostra con opere di Crespi, Zanola, Leppala, Gabriele e Franzoni ha registrato in un mese di apertura oltre 1.800 visitatori. Al finissage, domenica sera alle 18, il salone principale si è poi gremito per la conferenza del noto stilista Alviero Martini, autore del libro autobiografico “Un sogno. Il mondo in valigia”. Un weekend ricco di opportunità che i bresciani non si sono lasciati sfuggire.