PALAZZOLO – Apre una sede dello Svi, i locali concessi dal Comune

0

La comunità di Palazzolo ha offerto allo Svi (Servizio Volontario Internazionale) numerosi volontari che hanno prestato il loro servizio in progetti di solidarietà in Africa e America Latina.

Dallo storico contributo di questo territorio è nata l’idea di creare un nuovo polo di aggregazione, che ora sarà aperto grazie ai volontari palazzolesi e alla disponibilità della Fondazione Galignani che ha concesso l’uso dei locali. Questo spazio che ci si appresta a inaugurare sarà dedicato allo sviluppo di attività di sensibilizzazione sui temi della convivenza e dell’aiuto reciproco tra i popoli, dell’interazione tra culture diverse e della ricerca di nuove forme di sostegno alle zone più povere del sud del mondo.

Sono le tematiche che lo SVI ha fatto proprie dal lontano 1969, anno della sua fondazione. Da allora, seguendo questa filosofia e passando per il corso di formazione biennale al volontariato internazionale – in partenza anche quest’anno, sabato 6 ottobre per la precisione – i volontari inviati nei progetti sono stati più di trecento.

L’appuntamento è dunque per sabato 13 ottobre alle ore 17, nell’aula magna della scuola primaria locale. Il programma prevede, oltre ai saluti del presidente Svi Mario Rubagotti, del presidente della Fondazione Galignani Angelo Lazzari e del sindaco Gabriele Zanni, una breve presentazione delle attività della nuova sede da parte di Lucio Benedetti. Inoltre, Fabio Poli, attualmente volontario in Uganda, illustrerà un progetto SVI. L’inagurazione della sede sarà accompagnata da un momento conviviale.