PADENGHE – Il sindaco a tu per tu con i cittadini

3

Non era mai successo nella storia politico-amministrativa di Padenghe prima dell’insediamento della sindaco Patrizia Avanzini, sindaco che, dall’inizio del suo mandato, circa tre anni fa, fino ad oggi, ha sempre dedicato e continuerà a dedicare tempo ai suoi cittadini per ascoltarli, rispondere ai loro quesiti e spiegare le scelte compiute dall’amministrazione.

Anche quest’anno, dunque, il sindaco di Padenghe, accompagnato dalla Giunta e dai consiglieri di maggioranza, incontrerà i cittadini per ascoltare le loro esigenze, le lamentele ed i loro suggerimenti, nonché per spiegare loro i suoi progetti, in corso ed in programma per il futuro.

Il primo appuntamento, fissato per domani, mercoledì 3 ottobre, presso l’Orange Club del Lido di Padenghe, è dedicato ai residenti della zona lago, del Villaggio Perdoni e di Torricella. Il secondo appuntamento, per mezzo del quale il sindaco incontrerà gli abitanti del centro e di Villa, verrà celebrato martedì 9 ottobre nell’ex municipio di piazza Matteotti mentre il terzo e ultimo incontro è fissato in calendario per martedì 16 ottobre con la parte alta del paese, Monte Castello e Pratello, presso l’Agriturismo Pratello della famiglia Bertola.

Tutti gli incontri, attraverso i quali il sindaco si avvicinerà non solo intellettualmente ma anche fisicamente ai suoi cittadini, avranno inizio alle ore 20,30 e si configureranno come importanti occasioni di confronto in cui tutti avranno la possibilità di esporre le propri opinioni, i propri bisogni ed i propri desideri al fine di approdare ad una discussione produttiva concentrata sugli interessi della comunità padenghina.

Fonte: Comunicato Stampa del Comune di Padenghe

3 Commenti

  1. Solo per dovere di precisazione sarebbe giusto specificare che quest’articolo non è stato scritto da Viola, ma solo pubblicato, in quanto si tratta di un comunicato stampa rilasciato dal comune.

    • Gentilissimo ‘Mah’,
      numerosi articoli pubblicati sul nostro giornale contengono informazioni provenienti da comunicati stampa, informazioni che vengono poi rielaborate da chi si occupa della loro pubblicazione (il testo originale del comunicato lo può visionare a questo link: http://www.ilpadenghino.it/?p=5092). In ogni caso, vista l’importanza che Lei attribuisce alla fonte da cui la notizia è stata tratta, ho provveduto a precisarla alla fine del pezzo.
      Continui a leggerci,
      Viola

  2. Gentile “signor Mah” mi verrebbe da dire mah, chissà come mai il commento non è firmato per esteso, ci sarebbe piaciuto sapere chi era la fonte. Detto questo, non starò a ripetere quanto ha già chiarito la mia bravissima collaboratrice.
    Aggiungo solo che tutti i quotidiani, dai nazionali ai locali più blasonati, traggono informazioni da fonti istituzionali e no, spesso senza citare la fonte stessa. Anzi, un buon giornalista non dovrebbe mai citare le sue fonti.
    Detto questo, le notizie devono naturalmente essere verificate prima di essere trasmesse ai lettori per evitare imprecisioni e bufale. Nonostante ciò, a volte, capitano pure quelle, a tutti i giornalisti del mondo; se dovesse capitare anche a noi me ne scuso anticipatamente con i lettori

Comments are closed.