LONATO – Apprendisti viticoltori: il mestiere illustrato ai disabili

0

Il progetto ‘Apprendisti viticoltori’ ha preso avvio nei giorni scorsi e coinvolge 18 disabili adulti del basso Garda che frequentano il Centro socio educativo dell’Anffas di Desenzano. L’obiettivo perseguito è quello di illustrare ai partecipanti il mestiere della viticoltura, dal vigneto all’uva, dalla vendemmia al vino, dall’etichettatura alla vendita.

Ideato dall’equipe del Cse, il progetto ha incontrato l’adesione di Ettore Prandini, presidente della Coldiretti e titolare dell’azienda vinicola ‘Perla del Garda’, situata nella campagna collinare lonatese e proprietaria di un vigneto di ben 25 ettari specializzato nella produzione del Lugana.

“L’idea – ha spiegato Gianfranco Bertolotti, il presidente Anffass, nel corso della presentazione – è di rendere protagonisti della vendemmia e della produzione del vino un gruppo di nostri disabili. Saranno coinvolti sia nella fase della vendemmia che, successivamente, in quelle della lavorazione per arrivare al prodotto finale, cioè alla bottiglia. L’obiettivo è di incrementare nei disabili adulti le autonomie relazionali e sociali, emotive, creando un processo di integrazione”.
“ In buona sostanza – ha aggiunto Prandini – una piccola parte del vigneto ‘Perla del Garda’ sarà riservato all’intervento. I giovani provvederanno, nel rispetto delle normative sulla sicurezza, alla vendemmia che richiederà un paio di giorni. Poi parteciperanno alla fase di spremitura dell’uva. Entreranno, cioè, in azienda scoprendo il ciclo di lavorazione del vino e poi quello produttivo dall’imbottigliamento all’etichettatura. Tutto questo avverà contestualmente al normale ciclo produttivo aziendale, così che il gruppo sarà pienamente immerso nell’atmosfera lavorativa e sociale della cantina. Il prodotto sarà utilizzato per creare una piccola linea di vino con una speciale etichettatura, alla cui realizzazione parteciperanno i ragazzi con le loro elaborazioni grafiche”.

Le bottiglie speciali targate Anffas verranno poi inserite nel menu del ristorante ‘Desenzanino’ a Desenzano, gestito dalla Coop sociale creata dalla stessa Anfass. I ragazzi disabili, inoltre, parteciperanno all’edizione 2013 del Vinitaly.