DESENZANO – Sorveglianza a domicilio dell’ospedale per i pazienti malati ai bronchi

0

Incoraggianti i risultati ad ora conseguiti dall’ospedale di Desenzano, che sa dando prova di una grande qualità strutturale. Al ‘Montecroce’, infatti, è stata attivata la telesorveglianza domiciliare per pazienti affetti dalla bronco pneumopatia cronica e nove pazienti sono stati sottoposti ai controlli.

Il programma in questione, denominato ‘Telemaco’, è stato fortemente voluto dal reparto di Pneumologia, diretto dal primario Antonietta Melchiorre, e mira a controllare a domicilio i pazienti affetti da questa malattia ostruttiva, che ha dei risvolti clinici non indifferenti. Si tratta, infatti, della terza causa di mortalità dopo le patologie cardiovascolari e le neoplasie. Più di un terzo dei ricoveri all’ospedale di Desenzano, per un totale di circa 800 annui, interessa pazienti con questa patologia e la telesorveglianza consentirà di ridurre praticamente a zero i disagi ed i costi per la sanità pubblica.

Annamaria Indelicato, direttore sanitario dell’Azienda Ospedaliera, ha infatti spiegato che attraverso tale servizio i pazienti si sentono meglio tutelati di fronte alla malattia. I pazienti potranno, inoltre, contare su una reperibilità dei sanitari di 24 ore al giorno nel caso in cui i sintomi della malattia dovessero volgere al peggioramento.

Il servizio, insomma, è di assoluta qualità ed è in grado di avvicinare sensibilmente, anche dal punto di vista psicologico, l’ospedale all’utente, il quale grazie a questo sistema corre rischi minori e può avvalersi di un ‘dialogo’ costante circa le proprie condizioni di salute con i sanitari.