BRESCIA – Fattura per servizi in Unione Europea

0

In caso di mancato ricevimento della fattura dal prestatore del servizio stabilito nella Ue entro il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione, il committente nazionale deve emettere, entro il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione, un’autofattura nella quale va indicato il numero di partita Iva del prestatore comunitario. E’ evidente che tale adempimento (autofattura) deve essere posto in essere quando il committente è a conoscenza dell’effettuazione della prestazione di servizio o quando ha eseguito il pagamento.