PAITONE – Contributi scolastici 2011-12, c’è tempo fino al 15 ottobre

0

Il  Comune di Paitone, per favorire studenti capaci e meritevoli nella prosecuzione degli studi superiori, ha stabilito l’erogazione di 4.000 € da stanziare in contributi scolastici, rivolti ad alunni frequentanti la scuola secondaria di primo grado (medie) e secondo grado (superiori); l’importo delle borse di studio varierà a seconda del numero delle domande presentate e non potrà superare l’importo di  400,00 € cadauna.

Ecco quali sono i criteri che andranno a determinare il profitto scolastico: nella scuola secondaria di primo grado farà fede la  votazione conseguita agli esami di stato: una votazione pari a 9,00 vale punti 9; una votazione pari a 10,00 vale punti 10. Nella secondaria di secondo grado ci si baserà sulla media dei voti conseguiti: per una media oscillante tra l’8,00 e l’8,99 ci saranno 8 punti; per una media dal 9,00 al 10,00 i punti saranno 10. I diplomi della secondaria di secondo grado saranno stimati 8 punti per chi avesse conseguito un voto compreso tra  85/100 e 92/100. 10 punti per chi avesse ottenuto un voto compreso tra 93/100 e 100/100. Dal computo del punteggio va incluso il voto di condotta e vengono escluse discipline quali educazione fisica, religione o attività alternative.

L’entità dei contributi scolastici verrà così determinata: si prende l’importo complessivo stanziato in bilancio, lo si divide per il numero totale dei punti risultanti da quelli attribuiti alle domande ammesse e si ottiene il valore di ogni punto. Ad ogni studente verrà assegnato un contributo derivante dal prodotto tra il valore di ogni punto ed il numero dei punti  attribuitigli.

Al modulo per la domanda, da presentare entro e non oltre il 15 ottobre, dovranno essere allegati l’autocertificazione del possesso del diploma, o pagella, o altro documento legale da cui risultino le votazioni conseguite nell’anno scolastico precedente a quello in corso, e l’autocertificazione di iscrizione ai seguenti tipi di scuola superiore: Statale, Privata parificata senza fini di lucro o Regionale, anche serale, di durata almeno triennale.

L’omissione  di uno o più documenti comporta l’esclusione della domanda.