GARDA – Al via la South Garda Road, 1800 sui pedali per la maratona

0

Parte oggi la maratona ciclistica che vede come protagonisti 1800 ciclisti provenienti da ben sei nazioni. Tre sono i percorsi previsti per la competizione, uno lungo il lago, uno lungo la Valsabbia ed uno sulle colline moreniche. Atleti, appassionati e cicloamatori si sfideranno in una gran fondo internazionale che si sta imponendo come uno degli appuntamenti di ciclismo più importanti a livello europeo. Una corsa che attraverserà la zona del basso Garda e delle colline moreniche e che coinvolgerà, grazie al suo passaggio e agli eventi collaterali, quasi 30mila persone.

L’organizzazione dell’evento è curata dalla Sport Nature Tour, alla quale partecipano 600 volontari divisi fra il presidio delle strade, l’assistenza sanitaria, i punti ristoro sul percorso e la giuria, mentre 24 saranno i Comuni, bresciani e mantovani, attraversati dai percorsi. La manifestazione vede fra gli enti patrocinatori la Regione Lombardia, la Provincia di Brescia, e il Comune di Desenzano, punto di partenza e di arrivo della competizione.

Tre saranno i gradi di difficoltà previsti: il percorso corto si dipana lungo 59,46 chilometri con un dislivello medio di 340 metri, attraversando l’entroterra del Basso Garda e dell’Alto Mantovano. Quello medio, per una lunghezza totale di 102.9 chilometri e 750 metri di dislivello, vedrà i corridori arrivare fino a Salò pero poi scendere attraverso la Valtenesi e, passando per Bedizzole, raggiungere la località Esenta di Lonato per unirsi al percorso più corto. Infine quello lungo, aggiungerà al percorso medio l’attraversamento di Muscoline e Gavardo per poi salire da Serle, discendere verso Nuvolento e ricollegarsi a Bedizzole, raggiungendo una distanza di 129,7 chilometri per un dislivello di 1475 metri.

Alla competizione parteciperanno anche due grandi campioni del passato, Francesco Moser e il ‘Diablo’ Claudio Chiappucci. “Parteciperò non certo per vincere – ha dichiarato – ma per continuare a coltivare la passione per le due ruote, dopo aver disputato qualche gran fondo dedicata però alla mountain bike”.

“La SouthGardaroad non si limita ad essere solamente una gara ciclistica della domenica mattina, ma una serie di eventi nell’evento che coinvolgerà tutta la popolazione – ha spiegato Tazio Palvarini, del comitato organizzatore -; abbiamo pensato ad esibizioni a misura di famiglia, per coinvolgere davvero tutti”. Credono molto nella manifestazione anche gli assessori regionale e provinciale al turismo Margherita Peroni e Silvia Razzi, che sottolinea “come il binomio sport-turismo serva per aiutare a destagionalizzare la frequentazione del Garda, che rimane il motore trainante del turismo provinciale”.