VAL GARZA – 14a Sagra del Marrone: miele e piante madri le novità

0

Si terrà da domenica 30 settembre al 14 ottobre la 14esima edizione della “Sagra del Marrone della Valle del Garza” che sarà ospitata dai Comuni di Nave, Bovezzo e Caino. La rassegna è patrocinata dall’Ecomuseo della Valtrompia con le biblioteche dei Comuni, il Gian, i gruppi alpini e altre associazioni.

L’evento viene organizzato per promuovere il gusto dei marroni, ma anche valorizzare le numerose piante locali per il valore storico, ambientale e paesaggistico che assumono nel territorio, nonostante il cinipide arrivato dalla Cina le avesse compromesse per la minore produzione dei frutti, con l’ultima batosta finale della siccità che ha impedito la loro crescita regolare. In ogni caso e per continuare a diffondere la coltivazione delle piante del posto, il comitato organizza alcune iniziative culinarie, culturali e sportive per tutti.

Si parte domenica 30 settembre a Nave per l’ottava edizione del Sentiero del gusto, una passeggiata itinerante di 17 km lungo i paesi della valle e attraverso tredici fermate tra monumenti, chiese e agriturismi dove si potranno gustare i marroni e ammirare gli edifici presenti nella zona. Domenica 7 ottobre il programma prevede una corsa podistica in montagna “Sul sentiero del marrone” ancora a Nave e nel pomeriggio ci si sposta a Caino per gli stand gastronomici con spiedo e caldarroste.

Negli ultimi giorni la rassegna va a Bovezzo dove da venerdì 12 a domenica 14 ottobre ci saranno alcune novità che riguardano l’ambiente. Il 12 al parco urbano “2 Aprile” ci sarà Enrico Ghidoni per raccontare la sua vittoria alla competizione estrema in Alaska, dove è stato l’unico a raggiungere il traguardo. Sabato 13 l’esperto della Comunità montana della Valtrompia sul tema Ocildo Stival mostrerà alcune fasi del progetto sulle piante madri per conservare gli alberi secolari di marroni: nell’occasione sarà spiegata la piantumazione di alberi con marroni di qualità per cercare di mantenere nei secoli la produzione di un frutto che vive a se stante e che rischia l’estinzione. Poi ci saranno le premiazioni del concorso sul miele di castagno che rivolto agli apicoltori di tutta la provincia. Il sipario sulla rassegna calerà domenica 14 ottobre con lo spiedo, musica e stand gastronomici che saranno attivi anche gli altri giorni.

PROGRAMMA – PRIMA PARTE

PROGRAMMA – SECONDA PARTE