PREVALLE – Passeggiare con la Storia sul “Sentiero degli Antenati”

0

L’ecomuseo del Botticino, in collaborazione Soprintendenza beni Archeologici di Lombardia, Regione Lombardia, Agritourist Lombardia, turismo verde Lombardia e i comuni di Botticino, Rezzato, Mazzano, Nuvolera, Nuvolento, Prevalle, Paitone, Gavardo, Vallio Terme e Serle, organizza tre giornate dedicate alla promozione della cultura attraverso il Sentiero degli Antenati.

Ecomuseo di Botticino

Il primo appuntamento è previsto per venerdì 28 settembre alle 20:45 a Prevalle, presso Palazzo Morani, sede dell’Ecomuseo, per la presentazione del progetto “Sentiero degli Antenati”.

L’inaugurazione si terrà la mattina seguente, sabato 29 settembre, alle 11, a Palazzo Morani, alla presenza dell’Assessore regionale dell’Agricoltura, del Presidente regionale Turismo Verde e Agriturist, delll’Assessore Provinciale al Turismo e Cultura e dell’Assessore provinciale Agricoltura, di Sindaci e Assessori dei Comuni del territorio, Ricercatori scientifici e organizzatori del progetto; questo si svilupperà lungo la ciclopedonale Gavardina, all’altezza del Comune di Rezzato fino al Comune di Gavardo, per 13,5 km circa: sagome e bacheche accompagneranno i passanti lungo la ciclopedonale e presso il Comune di Prevalle, a Palazzo Morani/Cantoni, sede dell’Ecomuseo del Botticino, lungo il viale dei Gelsi.

Ben 83 saranno le sagome di antenati vissuti nei comuni che fanno riferimento all’Ecomuseo del Botticino, ciascuna corredata di un approfondimento biografico; saranno inoltre presenti 10 bacheche illustrative del territorio dell’Ecomuseo, con informazioni relative agli agriturismi e ai beni culturali presenti; infine altre 2 bacheche, poste in apertura del cammino, renderanno disponibili informazioni sul progetto.

Per domenica 30 settembre è in programma una biciclettata, lungo la ciclopedonale Gavardina, pedalando con la Storia Locale spiegata da storici e ricercatori.

Lpartenza è prevista a Rezzato (loc. Treponti) e a Gavardo alle ore10. Alle ore 16, in ogni comune del territorio Ecomuseale, sarò possibile effettuare una visita ad un bene culturale.

L’idea che giace alla base del progetto è semplice, antica ma efficace: comunicare attraverso le immagini. Queste hanno il compito di catturare l’attenzione, mentre le bacheche mirano a promuovere le attività agricole ed il territorio.

Per ottenere le sagome degli antenati è stato necessario un corale lavoro di scelta dei personaggi e delle icone, accompagnato da una approfondita ricerca storica.

Il vero fine della manifestazione è la conservazione della memoria, tema caro all’Ecomuseo, per la realizzazione di un’attrattiva turistica attraverso un prodotto culturale.

Ecomuseo del Botticino, Turismo Verde e Agriturist Lombardia hanno subito colto l’alto valore promozionale e si sono dedicati a che il progetto raccogliesse l’approvazione della Regione Lombardia. I Comuni del territorio ecomuseale hanno accolto, capito e sostenuto l’iniziativa importante momento di valorizzazione della propria cultura.

Dalla collaborazione di più Enti è nato un progetto di marketing culturale e turistico: “Sentiero degli Antenati”.

Tutti sono invitati a partecipare alle tre giornate. Per avere maggiori informazioni invitiamo a chiamare il numero: 02.67078281 – 02.5830088, o a visitare il sito dell’Ecomuseo.