GUSSAGO – Atti osceni per un consigliere della Lega: adesso patteggia

0

12 settembre 2010, due famiglie marocchine vengono sfrattate dalle loro abitazioni, scatta subito la protesta.

Manifestanti si riuniscono fuori dal municipio  chiedendo una spiegazione in merito alla decisione di cacciare di casa queste famiglie, insieme a loro si uniscono alla protesta “Sinistra a Gussago” e “Associazione Diritti per Tutti”.

I toni si alzano, e la protesta non sembra mantenere modi pacifici, volano insulti tra manifestanti e consiglio comunale.

La notizia principale si concentra su un consigliere della Lega Nord, che si scaglia contro una donna, una manifestante 32enne, volano insulti, non contento delle offese si cala i pantaloni e le mutande.
La vicenda non si conclude così, la donna lo denuncia.

Ora, a due anni dall’accaduto, il consigliere, accusato di atti osceni il luogo pubblico, decide di patteggiare, la condanna è una multa di 2mila euro e una condanna sospesa a quattro mesi.